Contenuto sponsorizzato

Il Tour of the Alps parla colombiano, grande Lopez a Pampeago, Sosa in ciclamino

Ancora in difficoltà Fabio Aru. Nella giornata di mercoledì spazio alla terza tappa, Ora-Merano di 138,3 chilometri, con Passo della Mendola e Passo Palade

Di Luca Andreazza - 17 aprile 2018 - 18:00

PAMPEAGO. Dopo l'atto inaugurale (Qui articolo), è il colombiano Miguel Angel Lopez a imporsi nella seconda tappa del Tour of the Alps. Un arrivo in salita durissimo a Pampeago e il corridore dell'Astana si è messo alle spalle il francese Thibaut Pinot e il colombiano Ivan Sosa dell'Androni-Sidermec, nuovo leader della classifica generale.

 

Quindi sono arrivati Chris Froome e Domenico Pozzovivo, mentre Fabio Aru ancora in difficoltà, giunto al traguardo con un ritardo di 34 secondi.

 

Una frazione che si accende nel finale: negli ultimi 2 chilometri, termina il lavoro di un Kenny Elissonde infinito a favore del capitano Chris Froome e rimangono davanti in sei: il britannico del Team Sky, Pinot, Sosa, Lopez, Pozzovivo e Giulio Ciccone (Bardiani-CSF).

 

Tutto si risolve negli ultimissimi metri di una salita la cui pendenza non molla mai: Froome è stato il primo a lanciare lo sprint, seguito da Lopez che ha anticipato Pinot. Il vantaggio del colombiano è sufficiente per alzare la braccia al cielo.

 

Nella giornata di mercoledì spazio alla terza tappa, Ora-Merano di 138,3 chilometri, con Passo della Mendola e Passo Palade.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 11 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

12 novembre - 13:53

In 10 anni spesi oltre 1,6 milioni di euro per borse di studio e contributi per soggiorni studio all'estero in favore dei figli di personale tecnico e amministrativo e dei collaboratori esperti linguistici. Per l'accusa, questi sussidi, sono stati erogati in maniera illegittima provocando un danno erariale, pertanto a risponderne sono stati chiamati due dipendenti dell'Università che hanno sottoscritto l'accordo in questione 

12 novembre - 13:12

E' avvenuto sull'Altopiano della Vigolana, dove il giovane risiedeva. Pedinato dai finanzieri, è stato fermato e ha tentato la fuga. La perquisizione dell'auto e della casa hanno così portato al rinvenimento di 7 etti di fumo, 15mila euro e due lingotti d'oro. Il soggetto era stato protagonista dell'efferato pestaggio di un militare al di fuori di un noto locale valsuganotto. Arrestato

12 novembre - 05:01

“Bene, è arrivata una nuova pollastrella” , sono queste le parole che Hope (nome di fantasia per motivi di sicurezza) ha sentito la mattina che ha capito di essere stata venduta alla mafia nigeriana. Aveva appena 18 anni quando è successo. E' stata costretta a spogliarsi, a farsi valutare come un oggetto all'asta da Madame, colei che si occupa del business nigeriano. Poi è finita sulla strada

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato