Contenuto sponsorizzato

La Diatec cade a Civitanova, in Champions league la strada diventa in salita

Volley. E' battaglia all'Eurosuole, la Trentino Volley mette in difficoltà la Lube per larghi tratti, ma i marchigiani strappano il 3-1. Mercoledì prossimo il ritorno a Trento, sabato 7 aprile invece c'è Gara 3 delle semifinali scudetto contro Perugia

Di Luca Andreazza - 04 aprile 2018 - 22:59

CIVITANOVA. E' battaglia all'Eurosuole Forum. Una gara di Playoff6 di Champions league, ultimo atto prima della final four della massima competizione continentale, vibrante e testa. Equilibratissima. Civitanova e Diatec non risparmiamo nulla, ma alla fine il punteggio premia i marchigiani per 3-1.

 

Dopo la vittoria contro Perugia nei playoff scudetto di SuperLega, la Diatec riesce a mettere in difficoltà la Lube, toglie ritmo e certezze ai marchigiani, che nei momenti clou si appoggiano quasi esclusivamente a Juantorena, complice anche la serata opaca di Sokolov.

 

I gialloblu mettono pressione, grinta, unghie e denti. La Trentino Volley resta sempre a contatto dei padroni di casa, spesso conducono le danze, ma Civitanova riesce a imporsi dopo una maratona pallavolistica di circa due ore.

 

Quando il tie break sembra a portata, la Diatec però cede: i trentini sbagliano tre servizi consecutivi e quindi arriva l'ace finale della Lube, che mette una seria ipoteca sul passaggio del turno. Civitanova ora deve aggiudicarsi due set al Blm Group Arena (mercoledì 11 aprile alle 20.30) per avere la certezza di giocare per la Champions a Kazan in Russia. 

 

Resta tanto rammarico in casa Diatec, che non riesce a sfruttare una serata meno brillante del solito di Civitanova, ma non c'è tanto tempo per rimuginare perché la truppa di Angelo Lorenzetti è chiamata a voltare pagina e tuffarsi nella sfida di sabato prossimo a Perugia per Gara 3 della semifinale scudetto, si riparte dall'1-1.

 

La cronaca. Pronti via e la Diatec perde il nazionale Luca Vettori, tra i protagonisti nell'affermazione contro Perugia, per un fastidio alla schiena. Entra Teppan, ma lo spartito della gara non cambia: si gioca sul filo dell'equilibrio. Civitanova prova infatti a dare gas alla propria partita, ma la Trentino Volley non si scompone e ricuce. La parità si protrae fino al 17-17, quindi un ace di Christenson (19-17) e gli attacchi di Stankovic scavano il divario. La Diatec cerca di rientrare ancora, ma questa volta la Lube non manca il bersaglio e si porta a casa il primo set per 25-22.

 

L'avvio del secondo parziale è orribile (3-0). Angelo Lorenzetti interrompe subito il gioco e alla ripresa la Diatec c'è. Non molla e recupera. Anzi conduce buona parte della frazione, ma Civitanova resta sempre incollata e impatta sul 22-22. La volata finale questa volta premia però i trentini per 23-25.

 

Nel terzo periodo la Diatec non riesce a ingranare, incappa in diversi errori e la Lube scappa via. Dopo il forcing iniziale, questa volta Civitanova si tiene stretta il vantaggio e nonostante gli sforzi gialloblu di restare in gara, la superiorità dei marchigiani arriva già al 25-18. 

 

Nel quarto set la Trentino Volley riparte. Lanza e Teppan si confermano tra i più pimpanti della partita, il muro della Lube fatica a leggere le loro giocate. I gialloblu si tengono avanti, ma le squadre restano a contatto e Civitanova pareggia. Si va ai vantaggi. La Diatec sbaglia e i marchigiani puniscono i trentini ai vantaggi per il 28-26.   

 

CUCINE LUBE CIVITANOVA-TRENTINO DIATEC 3-1
(25-22, 23-25, 25-19, 28-26)

CUCINE LUBE: Sander 9, Cester 8, Christenson 3, Juantorena 19, Stankovic 15, Sokolov 18, Grebennikov (L); Kovar 2, Candellaro. N.e. Marchisio, Casadei, Milan, Zhukouski. All. Giampaolo Medei.
TRENTINO DIATEC: Lanza 18, Kozamernik 5, Giannelli 5, Kovacevic 12, Eder 1, Vettori, De Pandis (L); Teppan 17, Hoag, Chiappa (L), Zingel, Partenio. N.e. Cavuto. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: Pashkevich di Mosca (Russia) e Themelis di Larissa (Grecia).
DURATA SET: 25’, 33’, 25’, 36’; tot  2h e 3’.
NOTE:  2.010 spettatori, incasso di 23.452 euro. Cucine Lube: 8 muri, 5 ace, 24 errori in battuta, 7 errori azione, 54% in attacco, 59% (33%) in ricezione. Trentino Diatec: 9 muri, 4 ace, 20 errori in battuta, 7 errori azione, 47% in attacco, 37% (12%) in ricezione.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 novembre - 10:25

Una decisione irrevocabile, non c'è spazio di contrattazione o ripensamenti. A far traboccare il vaso è stato il mancato sostegno da parte di alcuni componenti di maggioranza sulle modifiche al Prg. "Non ci interessa 'tirare a campare': non intendiamo tradire nessun elettore che ha riposto in noi e nella nostra coalizione la propria fiducia". Ora verrà nominato un commissario per traghettare il Comune a prossime elezioni

19 novembre - 11:11

E' avvenuto al casello di Bolzano Sud, dove la squadra mobile della polizia del capoluogo altoatesino, impegnata in un regolare controllo anticrimine, ha fermato un veicolo con alla guida un pregiudicato 39enne. Dalla successiva perquisizione emergevano una consistente somma di denaro in contanti e 4 etti di cocaina nascosti nell'autoradio

19 novembre - 05:01

C'è voluta una richiesta di accesso agli atti dell'ex assessore Michele Dallapiccola per avere quelle conferme in più, che la Provincia fin dal primo momento non ha voluto comunicare: "Da veterinario alcuni aspetti nella relazione non mi convincono: farò delle interrogazioni". Intanto sulla vicenda è silenzio da piazza Dante

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato