Contenuto sponsorizzato

La Diatec completa la rosa con il ritorno di Carlo De Angelis

Volley. Il libero ritorna a Trento. Alle spalle di Grebennikov, può lavorare senza particolari pressioni per migliorare ulteriormente le spiccate qualità di ricevitore, ben sviluppate anche grazie al beach volley. Mosna: "Diventano cinque gli atleti cresciuti nel vivaio gialloblu che faranno parte della rosa della nostra prima squadra"

Il libero Carlo De Angelis (foto Marco Trabalza)
Pubblicato il - 31 luglio 2018 - 16:04

TRENTO. Le ultime ore del mese di luglio hanno consentito a Trentino Volley di completare la rosa 2018/19. Il libero Carlo De Angelis è l'ultimo tassello a disposizione dell'allenatore Angelo Lorenzetti.

 

"Con De Angelis diventano cinque gli atleti cresciuti nel vivaio gialloblu che faranno parte della rosa della nostra prima squadra – commenta Diego Mosna, presidente della Diatec - . Quattro di questi provengono dallo stesso gruppo classe 1996 che è stato in grado di vincere tanto a livello giovanile. Per Trentino Volley questo rappresenta un vanto: sono sicuro che Carlo saprà dimostrare le sue qualità e rendersi utile sotto tutti i punti di vista”.

 

Il ventiduenne originario di Formia ritorna così a far parte del roster della Diatec Trentino di SuperLega dopo due stagioni trascorse tra serie A2 (a Bergamo) e SuperLega (a Latina).

 

Un giocatore in grado di offrire un’alternativa a Angelo Lorenzetti anche nel ruolo dedicato alla seconda linea. Dietro il francese Jenia Grebennikov, De Angelis può lavorare senza particolari pressioni per migliorare ulteriormente le spiccate qualità di ricevitore, ben sviluppate anche grazie al beach volley (disciplina in cui è diventato campione d’Italia giovanile nel 2013).

 

Nella rosa gialloblu trova ben tre compagni di squadra classe 1996 che hanno condiviso con lui le annate trionfali a livello giovanile, caratterizzate da otto titoli nazionali tra Under 14Under 19 sotto la guida di Francesco Conci: il palleggiatore Simone Giannelli, lo schiacciatore Oreste Cavuto e il centrale Lorenzo Codarin, oltre allo scoutman Mattia Castello.

 
Per De Angelis quella che prende il via a ottobre è l’ottava stagione con addosso la maglia di Trentino Volley (è arrivato dal Lazio nel 2009), come già accaduto nella stagione 2015/16, in cui collezionò 26 presenze su 48 partite complessivamente disputate in quella annata.

 

Il libero è a disposizione dal primo giorno di attività fissato per il 20 agosto, insieme agli altri quattro giocatori non impegnati con le rispettive nazionali.

 

LA SCHEDA DI CARLO DE ANGELIS
nato a Formia (Latina), il 10 gennaio 1996
190 cm, ruolo libero
2009/10 Trentino Volley giov.
2010/11 Trentino Volley giov. 
2011/12 Trentino Volley giov. e D
2012/13 Trentino Volley giov. e C
2013/14 Trentino Volley giov. e B1
2014/15 Trentino Volley giov. e B1
2015/16 Diatec Trentino SuperLega
2016/17 Caloni Agnelli Bergamo A2
2017/18 Taiwan Excellence Latina SuperLega

Palmares
2 Junior League (2014, 2015)
2 Campionati Italiani Under 19 (2014, 2015)
1 Campionato Italiano Under 17 (2013)
2 Campionati Italiani Under 16 (2012 e 2011)
1 Boy League (2010)
1 Trofeo delle Regioni (2012)
1 Trofeo delle Regioni di Beach Volley (2013)

 

Con Trentino Volley
Seconda stagione in prima squadra 
Esordio il 28/10/2015 (Monza-Trento 1-3)
26 presenze (26 nel 2015/16)

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.47 del 13 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 dicembre - 05:01

La prorettrice di Unitn Barbara Poggio: “Le ricerche dimostrano che aumentare i servizi e ridurre i costi degli stessi funzionano meglio degli aiuti economici diretti”. La misura non piace nemmeno ai sindacati: “Le persone decidono di farsi una famiglia se hanno un buon lavoro non per delle vaghe promesse propagandistiche”

14 dicembre - 19:05

Il 14 dicembre dello scorso anno Antonio Megalizzi 29 anni, giornalista, è stato ucciso da un proiettile esploso a Strasburgo, tre giorni prima, in un mercatino di Natale, da un terrorista. Oggi tante iniziative per ricordarlo. In radio una maratona per Antonio e l'amico Bartosz

14 dicembre - 19:51

Si tratta di un uomo di 53 anni di Zambana. Faceva parte di un gruppo di tre persone. I soccorritori sono riusciti ad individuarlo e dopo averlo estratto da sotto la neve, in stato iniziale di ipotermia, è stato trasportato a Merano

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato