Contenuto sponsorizzato

''La Superba'' della Marina Militare vince sul Garda il Campionato Italiano J24

La competizione, ottimamente organizzata dalla Fraglia Vela Riva, si è decisa con le ultime regate disputate la domenica mattina con un vento da nord dai 12 ai 16 nodi, che - come sembrava dai punteggi della vigilia - han rivoluzionato parte del podio

Pubblicato il - 03 giugno 2018 - 19:23

RIVA DEL GARDA. La vittoria è andata a "La Superba" l'imbarcazione del Centro Velico di Napoli della Marina Militare ma il successo è stato senza dubbio della Fraglia Vela Riva che, grazie a un Garda in condizioni ottimali, ancora una volta ha dimostrato di essere uno dei team più capaci in chiave organizzativa. Da giovedì a domenica, infatti, si è disputato il Campionato Italiano J24, il monotipo a chiglia più amato e diffuso al mondo.

 

Il tutto si è deciso con le ultime regate disputate la domenica mattina con un vento da nord dai 12 ai 16 nodi, che - come sembrava dai punteggi della vigilia - han rivoluzionato parte del podio. La vittoria assoluta, come detto, sebbene con 1 solo punto di vantaggio, è andata all’imbarcazione timonata da Ignazio Bonanno in gara per i colori del Centro Velico di Napoli della Marina Militare insieme a Simone Scontrino, Vincenzo Vano, Francesco Picaro e Alfredo Branciforte: “La Superba” si è aggiudicata così per il secondo anno consecutivo il titolo tricolore J24 (quinto totale), con un’ultima giornata iniziata un po’ sottotono (12-11) per poi dare l’affondo finale con un primo, che ha permesso di rimanere davanti al J24 statunitense “Furio” timonato da Keith Whittemore (campione USA 2017), protagonista di un ottimo Campionato e sicuramente tra le barche più competitive al mondiale di fine agosto previsto sempre a Riva del Garda.

 

Il grande sorpasso è stato fatto ad opera di “Aria”, il monotipo di Marco Frulio in equipaggio con Mattia Meloni, Fabrizio Masu, Grazia Maria Savona e GianVito Di Stefano, portacolori della Lega Navale di Olbia, che con un 9-2-2 è risalito dalla nona alla terza posizione. Ha guadagnato 2 posizioni anche l’ungherese “Jukebox” con Rauschenberger Miklos alla barra, finito quarto assoluto, mentre Notifyme-Pilgrim di Mauro Benfatto (Circolo Nautico Caldà) con Fabio Mazzoni al timone e Lorenzo Airoldi, Alberto Benedetti, Pietro Kostner ha mantenuto la quinta posizione assoluta, confermandosi terzo equipaggio italiano

 

Con un totale di 8 regate sulle 9 in programma è stato un bel Campionato con condizioni di vento vario, dato che si è regatato sia con vento da sud da medio- leggero a sostenuto, sia con vento da nord anche bello teso. Un plauso va sicuramente al Comitato di regata presieduto da Franco Minotti e coadiuvato dagli Ufficiali di Regata FIV Federazione Italiana Vela Matteo Morgantin, Bruno Bottacini, Raoul Maggiolini e Fausto Maroni, che soprattutto nei primi giorni, hanno dovuto approfittare dei brevi momenti di vento, sempre minacciati dall’arrivo di temporali.

 

Il Garda Trentino si è comunque rivelato un ottimo campo di regata che con i due venti predominanti ha permesso divertenti e tecniche regate, che sono state un’ottima occasione di allenamento per le barche selezionate ai Campionati del Mondo, organizzati alla Fraglia Vela Riva dal 24 al 31 agosto in collaborazione con la classe J24.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.22 del 09 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

10 dicembre - 05:01

La nuova Giunta della provincia di Trento non ha mai nascosto la sua contrarietà per dei progetti ritenuti troppo ''calati dall'alto'' anche se il calo delle risorse pubbliche impone delle scelte. In Trentino, tra l'altro, ci sono poco quasi 70 Comuni con meno di 1.000 abitanti contro una quindicina in Alto Adige eppure Kompatscher ha scelto (e ottenuto di finanziare) una strada opposta a quella trentina

09 dicembre - 19:38

In una conferenza stampa altisonante, la Lega trentina ha annunciato la sua presenza in piazza in concomitanza con il resto d'Italia per spiegare alla cittadinanza le politiche fiscali del governo giallo-rosso e per dire no a nuove tasse. Peccato che la manovra provinciale finisca proprio per aumentare le imposte (taglio delle esenzioni al pagamento dell'Irpef e dei ticket sanitari per tutti), colpendo i ceti più deboli e favorendo quelli più benestanti

09 dicembre - 12:52

L'usanza di rincorrersi tra "demoni" e "provocatori" è radicata nella tradizione. I Krampus accompagnano San Nicolò, lo scortano mentre dona dolci ai bambini buoni e si scatenano quando il santo se ne va, venendo poi "inghiottiti dalle tenebre". La violenza è parte dunque del rituale, e al di là di come la si consideri, il segreto per non rimanerne vittima è solo uno: tenersene lontani 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato