Contenuto sponsorizzato

Il timoniere Ruggero Tita sul tetto del mondo, la squadra composta dal trentino e Banti si conferma la più forte di tutte

Vela. La squadra azzurra non sbaglia un colpo da settembre. Quinto successo consecutivo per i due volte campioni europei in carica

Di Luca Andreazza - 12 agosto 2018 - 17:25

AARHUS (Danimarca). Non smette di vincere Ruggero Tita. La squadra azzurra composta dal finanziere trentino e Caterina Banti (Cc Aniene) conquistano la vetta del mondo nella classe Nacra 17 (Qui intervista per D-Sport, il magazine de Il Dolomiti).

 

A causa dell'assenza di vento per la pioggia insistente, non si è disputata la medal race e così i due volte campioni europei in carica possono festeggiare il titolo mondiale.   

 

Il plurititolato campione trentino aggiunge così un altro prestigiosissimo trofeo in bacheca. Il roveretano classe 1992 alla guida del catamarano non delude le attese e gli azzurri si confermano l'equipaggio più forte.

 

E' da settembre che non sbagliano un colpo e si sono aggiudicati tutte le prove della Sailing World cup in sequenza tra Marsiglia, Palma di Maiorca, HyeresGydnia per chiudere in quel caso davanti agli inglesi Gimson-Burnett e agli altri azzurri Vittorio Bissaro e Maelle Frascari.

 

Questo successo chiude un biennio da capogiro per Tita e Banti, condito da due ori europei e un bronzo mondiale

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 settembre - 13:10

Dopo quanto accaduto a Ischgl tra febbraio e marzo il cancelliere austriaco ha annunciato una serie di misure che si applicheranno questa stagione sulle piste. Mascherine in funivia, distanza di un metro gruppi di massimo 10 persone per le scuole di sci

24 settembre - 10:46

Era stato ricoverato al Negrar. Sono sopraggiunte delle complicanze a seguito della caduta e così è deceduto. Nell'incidente si era ferita anche la figlia di 40 anni

24 settembre - 11:50

Al ballottaggio ci sono l'ex sindaco e l'imprenditore Zanin. Decisivo diventa quel 13% che è stato preso dal candidato dell'Svp che, per ovvi motivi, non può imparentarsi con ultra nazionalisti e figure vicine all'ultra destra. Intanto i nostalgici di Casapound salutano il consiglio: '' Siamo i fantasmi di una guerra che non abbiamo fatto, ma siamo i guerrieri di una pace durata troppo a lungo. Ancora qui ci ritroverete tra mille anni e mille anni ancora''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato