Contenuto sponsorizzato

L'Aquila Basket espugna Brescia, colpo grosso in casa della capolista

Basket. La Dolomiti Energia supera per 70-78 la capolista. I bianconeri tengono i primi due quarti e cambiano marcia nella terza frazione: un successo costruito dopo un parziale da 9-20

Di Luca Andreazza - 04 febbraio 2018 - 17:24

BRESCIA. La Dolomiti Energia espugna il parquet della capolista nella diciottesima giornata di serie A. Un'Aquila Basket concentrata e spietata in difesa cambia marcia nel terzo periodo e supera Brescia per 70-78.

 

La truppa di Maurizio Buscaglia esce vincitrice al termine di una gara equilibrata, un successo costruito e confezionato principalmente nella terza frazione, nel quale la Dolomiti Energia è quasi perfetta e letteralmente domina Brescia per 9-20. 

 

Il primo quarto si apre con le triple di Luca Vitali e Toto Forray, ma è Michele Vitali a segnare il vantaggio a pochi secondi dalla sirena per il 22-20. Nel secondo parziale il punteggio è basso e le difese arcigne, Brescia sul filo di lana (12-11) riesce a allungare per il +3 al riposo lungo: 34-31.  

 

Al rientro sul parquet la Dolomiti Energia alza i giri del motore, mette la freccia e sorpassa la leonessa. L'Aquila, trascinata dalle triple di Flaccadori e dai canestri di Franke, prima pareggia e poi prende il largo: un parziale di 9-20 per il 43-51 alla terza sirena

 

Nell'ultimo quarto la gara diventa nervosa, ma questa volta la Dolomiti Energia resta concentrata nelle fasi della partita: in difesa è molto efficace e non concede quasi nulla, mentre in attacco riesce a tenere a distanza il tentativo di rientro della capolista (27-27). I bianconeri gestiscono così il vantaggio e dopo l'affermazione infrasettimanale in Eurocup, ritornano a festeggiare una vittoria anche in campionato per 70-78. 

 

A Brescia non bastano i 22 punti di Hunt, la capolista si arrende davanti al gioco corale dell'Aquila Basket: Flaccadori top scorer a 14 punti, quindi Forray (3 assist e 4 rimbalzi) 13 punti. Shields (3 assist), Sutton (4 rimbalzi) e Hogue (12 rimbalzi) firmano 12, 11 e 10 punti. Bene anche per Gomes: otto punti e sette rimbalzi. 

 

La cronaca. L'inizio del primo quarto è on fire: Luca Vitali trova subito la tripla, imitato immediatamente da Forray per il 3-3. Ancora Moss rimette avanti Brescia, ma Forray prima da fuori e poi in area  mette la freccia per il 5-8. Dopo l'1/2 di Sutton dai liberi, Landry rimette in scia la leonessa (8-9), quindi Hunt ribalta nuovamente il punteggio per il 10-9. I padroni di casa allungano ancora con Hunt fino al 16-11, quindi Hogue riavvicina i trentini (16-13). Shields e Sutton rispondono a Michele Vitali. Hunt tiene a distanza i trentini, ma Flaccadori da tre impatta sul 20-20. Prima del tempo però Michele Vitali trova il colpo del 22-20 in favore della capolista.

 

Il secondo parziale si apre come si è chiuso il primo: Michele Vitali incrementa il vantaggio per Brescia sul 26-20, quindi Hogue e Shields cercano di tenere Trento agganciata alla capolista per il 26-23. Sacchetti però allunga ancora per il +5 in favore dei padroni di casa (28-23), quindi Michele Vitali puntella il punteggio sul 31-25. Hunt schiaccia il 33-26. Shields manda tutti al riposo lungo sul 34-31 per Brescia.

 

Nella terza frazione l'impatto sorride alla Dolomiti Energia che capovolge il risultato con Sutton e Shields per il 34-38. Brescia interrompe la serie di sette punti consecutivi dei bianconeri con il 2/2 di Luca Vitali (36-38). La leonessa si rimette avanti con Michele Vitali, quindi Hunt allunga sul +3 per i lombardi (41-38). La tripla di Flaccadori rimette tutto in parità per il 41-41, quindi Franke e ancora da tre Flaccadori mettono la Dolomiti Energia avanti sul 41-46. Nel finale l'Aquila Basket allunga ancora e Franke manda tutti all'ultimo periodo sul 43-51 per i bianconeri.

 

Nell'ultimo quarto Flaccadori, Gomes (tripla) e Silins accelerano ancora per il 46-57. Hunt ritorna a far punti per Brescia, ma Flaccadori tiene a distanza i lombardi per il +9 bianconero (50-59). La tripla di Luca Vitali cerca di rivitalizzare Brescia, ma Sutton puntella ulteriormente il punteggio per il 53-61. Dopo il canestro di Shields, Moss porta i padroni di casa a 6 punti da Trento (57-63). Dopo la tripla di Landry, Dustin Hogue tiene avanti i trentini sul 60-69. La capolista non si arrende e si riporta sotto con Hunt e Landry, ma Shields prova a schiacciare via la paura, così come i liberi di Forray (67-75). Brescia non molla la presa: Michele Vitali e Landry dicono 70-75. Il 2/2 dalla lunetta di Gomes lascia partire i titoli di coda sul 70-78.

 

CLASSIFICA: Brescia 26, Milano 26, Venezia 26, Bologna 22, Torino 20, Cantù 18, Cremona 18, Sassari 18, DOLOMITI ENERGIA 16, Reggio Emilia 16, Varese 12, Brindisi 12, Pistoia 12, Capo d'Orlando 10. Pesaro 8

 

GERMANI BASKET BRESCIA-DOLOMITI ENERGIA 70-78

(22-20, 34-31; 43-51)
 

Germani Basket Brescia: Moore 3 (0/3, 0/1), Hunt 22 (11/15), Mastellari ne, Vitali L. 9 (0/3, 2/3), Landry 12 (1/4, 3/7), Ortner (0/2), Traini (0/1), Vitali M. 12 (¾, 1/3), Moss 8 (3/5), Sacchetti 4 (½, 0/3). Coach Diana. 
Dolomiti Energia: Franke 5 (1/1, 1/1), Sutton 11 (5/7, 0/1), Silins 3 (1/1, 0/4), Forray 15 (3/6, 2/4), Conti ne, Flaccadori 14 (1/4, 3/8), Gomes 8 (0/2, 2/3), Hogue 10 (4/5, 0/1), Lechthaler ne, Shields 12 (4/7, 1/4). Coach Buscaglia.
Arbitri: Mazzoni, Caiazza, Perciavalle. 
Note: Tiri da due: Brescia 19/39, Trentino 19/33. Tiri da tre: Brescia 6/17, Trentino 9/26. Tiri liberi: Brescia 14/17, Trentino 13/20. Rimbalzi: Brescia 28 (Hunt 12), Trentino 33 (Hogue 12). Assist: Brescia 15 (Vitali L. 8), Trentino 13 (3 giocatori con 3). Recuperi: Brescia 9 (Hunt e Moss 3), Trentino 7 (Gomes e Hogue 2). 

 

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 novembre - 13:23

Ecco quali sono le strade chiuse in provincia di Trento e il livello neve sui diversi territori. Fiumi monitorati con Brenta e Leno osservati speciali (anche se i momenti di piena sono stati venerdì notte con portate anche dieci volte superiori al normale)

17 novembre - 13:44

L’incidente è avvenuto poco dopo le 19e30 di ieri, all’altezza di un incrocio che permette di immettersi nella Strada provinciale 34. Nello scontro sono rimasti coinvolti due veicoli, il ferito più grave risulta essere un 33enne

17 novembre - 05:01

Il disegno di legge voluto da Fugatti prevede, per chi ha ricevuto condanne superiori ai 5 anni, l’impossibilità di fare domanda per un alloggio Itea e la rescissione del contratto per coloro che già sono destinatari di un’abitazione, lo stesso principio lo si vorrebbe estendere a tutti i componenti del nucleo famigliare. Dura replica di Ianeselli: “C’è odore di incostituzionalità le famiglie dovrebbero essere aiutate non sbattute sulla strada”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato