Contenuto sponsorizzato

Trainotti: "Una grande stagione, ma siamo pronti a rivoluzionare il progetto"

"Se partono Hogue e Sutton stravolgeremo squadra e stile di gioco, altrimenti valuteremo cosa offre il mercato". Queste le parole del general manager dell'Aquila che aggiunge "ci stiamo confrontando con Buscaglia per allestire un roster nuovamente competitivo"

Di Alessandro Betti e Martin Fedrizzi (Liceo Prati) - 19 giugno 2018 - 20:07

TRENTO. E' appena terminata la stagione, ma è già tempo di pensare al futuro. E' un Salvatore Trainotti fiero di squadra, staff e tifosi quello che dalla Club House di Piazzetta Lunelli traccia un bilancio dell'annata appena conclusa e lancia uno sguardo alla prossima. C'è spazio anche per il mercato nelle parole del general manager di Aquila Basket, che è già proiettato all'allestimento del nuovo roster.

 

E' infatti ormai certo l'addio di Shavon Shields, che dopo aver disputato un'annata di altissimo livello a Trento, giocherà la Summer League, che avrà luogo dal 6 al 17 luglio a Las Vegas, con la divisa dei New Orleans Pelicans.

 

Incerto anche il futuro di Silins e Gutierrez, che al momento sono senza contratto e probabilmente non rinnoveranno. Sarà anche difficile vedere nuovamente Franke indossare la canotta bianconera, dopo una stagione dal minutaggio contenuto.

 

Conferme invece per il capitano Toto Forray, il trentino Luca Lechthaler e Beto Gomes, che sarà impegnato con la nazionale portoghese durante l'estate.

 

Probabile anche la permanenza degli americani Sutton e Hogue, che hanno dichiarato di trovarsi bene a Trento. Più delicata invece la situazione di Flaccadori, che dopo 4 anni con l'Aquila potrebbe voler cambiare aria. La società avrebbe l'intenzione di tenere il ventiduenne originario di Bergamo e si confronterà con l'entourage del giocatore a breve.

 

Facendo invece il punto sulla stagione appena conclusa Trainotti ha detto: "Voglio cominciare facendo i complimenti per questa grande stagione: innanzitutto alla squadra, all'allenatore e ai suoi assistenti nello staff tecnico e medico. Hanno svolto un lavoro incredibile, arrivare per due anni consecutivi alle finali scudetto è un risultato davvero importante. Grazie anche al pubblico: chiunque sia venuto al palazzetto durante i playoff ha percepito la spinta e l’entusiasmo di un’atmosfera corretta e con tanta gente che ha fatto un grande passo avanti in queste stagioni per "quantità" e qualità del tifo. La Blm Group Arena si è guadagnata il rispetto da parte di tutti in questa post-season".

 

Tornando alla serie con Milano però non può che non esserci qualche rimpianto: " Dopo gara 5 - prosegue Trainotti - Milano ha alzato il suo livello, ha meritato di vincere dopo aver giocato dei playoff in grande crescita. Noi invece siamo rimasti mentalmente fermi agli episodi sfortunati del Forum, ma reagire non era per nulla facile. Abbiamo giocato cinque partite alla pari con una squadra abituata a giocare competizioni importanti come l'Eurolega e purtroppo alcune situazioni non ci sono state molto favorevoli. Sono comunque orgoglioso di un gruppo che ha disputato una stagione fantastica, in continuità con il lavoro iniziato da qualche anno a questa parte. C’è differenza fra vittorie e successo, il fatto che non si vinca non significa che non si è fatto un grandissimo lavoro".

 

Il general manager ha evidenziato inoltre l'importanza di avere una società solida, che ha sempre trasmesso tranquillità e serenità anche nella difficile prima parte di stagione, senza mettere pressioni e cercare colpevoli, dando sempre fiducia all'allenatore "con il quale c'è un rapporto che si è evoluto nel tempo, durante questi otto anni di collaborazione".

 

Infine Trainotti ha riservato un pensiero per la prossima stagione: "Non ripartiremo da gara 6 delle Finali Scudetto, ma dalle situazioni di difficoltà che abbiamo vissuto ad inizio stagione per provare ad avere un’estate ed un precampionato migliore, pronti per la Supercoppa che riaprirà la nostra prossima annata. Sono convinto che l’aspetto più importante del club debba essere una forte cultura aziendale, per questo vogliamo investire e rafforzare l’organizzazione societaria per poter lavorare e crescere al meglio".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 settembre - 19:33

Sono 14 le persone che ricorrono alle cure del sistema sanitario, nessun paziente si trova in terapia intensiva ma 5 cittadini sono in alta intensità. Sono 5.402 i guariti da inizio emergenza e 556 gli attuali positivi. Nel rapporto odierno, giovedì 24 settembre, si specifica che 11 sono sintomatici e 1 caso è ascrivibile ai focolai scoppiati negli ultimi giorni sul territorio provinciale

24 settembre - 17:49

I tamponi analizzati sono stati 1.613. Oggi è stato individuato un caso di coronavirus alla scuola dell'infanzia della Sacra Famiglia di Trento

24 settembre - 18:12

Il giovane nigeriano ieri sera ne aveva già espulsi 21 ma da un secondo esame radiologico è risultato averne ancora è rimasto piantonato nel reparto di chirurgia, in attesa del processo per direttissima che si terrà non appena verrà dimesso dall'ospedale

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato