Contenuto sponsorizzato

Un mese alla quarta edizione della Viote Bondone Ski Marathon, che assegnerà i titoli italiani Cittadini e Master

Sci nordico. Nel weekend di sabato 24 e domenica 25 febbraio la prestigiosa gara organizzata dall'Apt di Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi e dall'Asd Charly Gaul Internazionale

Loris Frasnelli (fotografie di Alice Russolo e Daniele Mosna)
Pubblicato il - 21 gennaio 2018 - 20:24

TRENTO. La quarta edizione della 'Viote Monte Bondone Nordic Ski Marathon' si avvicina velocemente. Nel weekend di sabato 24 e domenica 25 febbraio la prestigiosa gara organizzata dall'Apt di Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi e dall'Asd Charly Gaul Internazionale, in collaborazione con Asis e con la scuola di Sci Viote Bondone, assegnerà anche i titoli nazionali dei Campionati Italiani Cittadini e Master, proponendo, secondo un cliché ormai consolidato, una gara in tecnica classica nella prima giornata e una in tecnica libera il giorno seguente, con la possibilità di scelta tra il percorso da 30 km e quello da 15 km.

 

L'evento è diventato nel breve volgere di pochi anni un appuntamento fisso nel calendario nazionale, grazie all'ottimo lavoro svolto dagli organizzatori e a un centro del fondo particolarmente apprezzato, sia sotto il profilo paesaggistico sia sotto quello tecnico e logistico. Le condizioni del manto nevoso sono ottimali, forti delle abbondanti precipitazioni della prima parte della stagione invernale.

Sabato 24 febbraio, con partenza alle 10, si terrà la prova in tecnica classica: oltre che come gara a sé sulla doppia distanza di 15 e 30 km, la competizione assegnerà, come accennato, anche i titoli italiani Cittadini e Master. Under 20, senior femminili e Master femminili F1, F2 e F3 e Master 5 maschili si confronteranno su un tracciato di 15 km, mentre per le altre categorie (senior e Master 1, 2, 3 e 4 maschili) la distanza da coprire sarà di 30 km, la medesima che verrà affrontata dagli atleti delle categorie assolute impegnati nella prova valevole per le classifiche di Coppa Italia. Domenica 25 febbraio si replicherà con le gare in tecnica libera, anche in questo caso con la possibilità di scelta tra i due percorsi di 15 e 30 km.

Eccezion fatta per i partecipanti alla rassegna tricolore, che devono seguire la procedura tramite il sistema online della Fisi, le iscrizioni si inviano dal sito ufficiale della manifestazione (Qui info e iscrizioni), con la possibilità di scegliere se prendere parte a entrambe le gare o a una soltanto. C'è tempo fino alle 18 del 22 febbraio. Gli iscritti dell'ultima ora potranno garantirsi un pettorale anche il giorno stesso della gara, sia sabato sia domenica, fino alle ore 9, presso l'ufficio gare allestito al centro del fondo delle Viote.

La quota, oltre a garantire un posto nella griglia di partenza, è comprensiva di pacco gara con prodotti tipici e gadget tecnico, utilizzo dello skibus sulla tratta Vason-Viote (con Guest Card Trentino anche sulla tratta Trento-Viote), assistenza medico-sanitaria, ristori, parcheggio riservato in località Viote e voucher per il pranzo.

L'Apt di Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi ha inoltre confezionato il consueto pacchetto vacanza, che, partendo da 49 euro, consente di trascorrere una notte in un B&B, partecipare a visite guidate e utilizzare la Trentino Guestcard (Qui info).

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 gennaio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 gennaio - 13:32

Il presidente della Provincia, assieme agli altri rappresentanti regionali leghisti, ha fatto da apripista del Capitano e ha cercato di sfoderare tre provvedimenti ''immagine'' adottati in Trentino nel primo anno di governo. Sul bonus bebè ha ricordato orgoglioso che ''non vale per tutte le famiglie'' (sia mai che si faccia una cosa per tutta la comunità) ma ha finito per esagerare sui ''limiti''

19 gennaio - 12:21

Erano all’incirca le 6e45 di mattina quando un furgoncino, parcheggiato in un garage, ha preso fuoco. Per diradare la coltre di fumo che aveva invaso il piano interrato i pompieri hanno utilizzato dei potenti ventilatori 

17 gennaio - 19:46

L’associazione cacciatori nel mirino di Filippo Degasperi: “Com’è possibile che l’ex direttore dell’Ufficio faunistico della Pat ricopra il ruolo direttore generale dell’Associazione Cacciatori Trentini, mentre si trova ancora in aspettativa?”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato