Contenuto sponsorizzato

Vernissage per il Trento: ''Puntiamo a fare tesoro dell'esperienza dell'anno scorso e giocare un buon campionato di serie D''

Calcio. Squadra rinnovata per il sodalizio gialloblu impegnato per il secondo anno consecutivo in quarta serie. Giacca e Brunialti: "Il settore giovane è un punto fondamentale". Al via anche la campagna abbonamenti, che prevede la possibilità di acquistare la maglia del Trento a prezzo agevolato

Di Luca Andreazza - 30 luglio 2018 - 17:52

TRENTO. "Buona parte della rosa è rinnovata e abbiamo lavorato per presentarci al meglio in questa seconda stagione in serie D", spiega Fabrizio Brunialti, direttore generale del Trento, che aggiunge: "La quarta serie è difficile, ma ci sono tutti gli elementi per fare davvero bene. Siamo reduci dalla scorsa stagione, complicata e sofferta, l'obiettivo minimo è quello di mantenere la categoria e quindi vedere il percorso come si sviluppa".

 

Vernissage a palazzo Geremia per il sodalizio gialloblu, impegnato nella preparazione in quel di Cavalese e reduce dalle buonissime prove contro le compagini di serie B quali Venezia, sconfitta di misura per 1-0, e Foggia, pareggio a reti bianche. Prestazioni incoraggianti, ordinate e concentrate, per avvicinarsi al campionato.

 

Il Trento riparte dal capitano, Alessandro Furlan, e dal playmaker Stefano Selvatico a dettare equilibrio e assicurare energie in mezzo al campo, quindi la riconferma di Emanuele Bardelloni e l'arrivo di Fabio Bertoldi a garantire potenza di fuoco in avanti.

 

Spazio poi in difesa ai corazzieri Federico Sorbo, Petar Kostadinovic e Gianluca Zucchini. Tra i giovani ecco il nipote d'arte Niccolò Baronio e l'ex juventino Davide Barosi. Un mix d'esperienza e tanta, tantissima, gioventù.

 

Un altro punto fermo è il settore giovanile. "Un settore fondamentale - dice Mauro Giacca, numero uno del Trento - un punto di riferimento per il territorio che deve diventare un fiore all'occhiello del Trentino. Abbiamo gettato le basi e stiamo lavorando per migliorare ancora, ma si riparte dagli ottimi risultati e dal secondo posto a livello nazionale della formazione juniores" (Qui D-Sport con intervista a Loris Bodo, responsabile tecnico settore giovanile).

 

Profilo basso, ma le aspettative per il prossimo campionato di serie D non mancano. "Il gruppo - dice il presidente gialloblu - è unito e siamo all'opera in modo serio per colmare le lacune ancora presenti. Le difficoltà dell'anno scorso ci hanno aiutato a capire dove dobbiamo intervenire. La formazione maggiore deve essere il traino per tutti i ragazzi che indossano la maglia gialloblu". Un vivaio impreziosito dalla partnership con la Juventus (Qui D-Sport con intervista a Mauro Giacca).

 

La presentazione ufficiale si è rivelato anche il momento per presentare tutti gli effettivi agli ordini del confermatissimo tecnico Claudio Rastelli ("Sono contento del gruppo, che cerca di rappresentare al meglio Trento e il Trentino"), dopo il lavoro estivo del direttore sportivo Erminio Gizzarelli.

 

"Dopo queste prime uscite - conclude il ds - la squadra promette bene. Non si parte dagli errori commessi nel corso della passata stagione, ma dalle esperienze accumulate. Non vogliamo però chiacchierare, non facciamo promesse, ma cerchiamo i risultati sul campo: Trento è una piazza importante che conta, una città che merita di più rispetto alla serie D".

 

E' aperta anche la campagna abbonamenti relativa alla prossima stagione sportiva. In attesa di conoscere in quale girone (probabile la riconferma in quello lombardo, anche se non si può escludere l'inserimento nel raggruppamento veneto) il Trento è chiamato a misurarsi, la società rende noti i prezzi delle tessere che consentono l'accesso a tutte le gare casalinghe della compagine gialloblu.

 

I prezzi sono stati ritoccati al ribasso rispetto alla passata stagione e le persone che acquistano l'abbonamento hanno la possibilità di acquistare la maglia ufficiale marchiata Macron, nuovo partner tecnico del sodalizio di via San Severino, al costo agevolato di 40 euro.

TRIBUNA NORD
POLTRONA CON SCHIENALE (17 gare): 150 euro.
POLTRONA SENZA SCHIENALE (17 gare): 120 euro.
DISTINTI SETTORI D ed E (17 gare): 80 euro.

 

TRIBUNA SUD
ABBONAMENTO (17 gare): 85 euro.
ABBONAMENTO RIDOTTO (dai 14 ai 18 anni e studenti universitari): 50 euro.
UNDER 14 (Distinti D ed E e Tribuna Sud): ingresso gratuito

 

Le prossime uscite del Trento sono sabato 4 agosto (Este - stadio Briamasco alle 18), giovedì 9 agosto (Bassa Anaunia - Denno alle 20.30) e domenica 12 agosto (L.R. Vicenza Virtus - Briamasco alle 20).

 

Numerazione ufficiale per la stagione 2018/2019
01. Davide Barosi (portiere)
02. Angelo Cazzago (difensore)
03. Bakary Badjan (difensore)
04. Gianluca Zucchini (difensore)
05. Filippo Carella (difensore)
06. Mauro Scaglione (difensore)
07. Fabio Bertoldi (attaccante)
08. Alessio Bertaso (centrocampista)
09. Davide Bosio (attaccante)

10. Emanuele Bardelloni (attaccante)

La rosa e staff tecnico del Trento stagione 2018/19
1. Davide Barosi (portiere)
12. Giovanni Russo (portiere)
22. Matteo Conci (portiere)
2. Angelo Cazzago (difensore)
3. Bakari Badjan (difensore)
4. Gianluca Zucchini (difensore)
5. Filippo Carella (difensore)
6. Mauro Scaglione (difensore)
7. Fabio Bertoldi (attaccante)
8. Alessio Bertaso (centrocampista)
9. Davide Bosio (attaccante)
10. Emanuele Bardelloni (attaccante)
11. Niccolò Baronio (difensore)
13. Petar Kostadinovic (difensore)
14. Iliade Romagna (difensore)
15. Matteo Trevisan (centrocampista)
16. Alessandro Furlan (centrocampista)
17. Giovanni Paoli (centrocampista)
18. Samuele Dragoni (centrocampista)
19. Elvir Islami (attaccante)
20. Federico Sorbo (difensore)
21. Stefano Selvatico (difensore)
23. Lorenzo Ferraglia (attaccante)
Claudio Rastelli (allenatore)
Massimo Spagnolli (allenatore in seconda)
Alessandro Gelmi (prep. atletico)
Davide Zomer (all. portieri)
Danilo Tarter (team manager)
Denis Salati (team manager)
Luca Antonioni (fisioterapista)
Ivan Alimonta (magazziniere)
Alberto Marinelli (magazziniere)

11. Niccolò Baronio (difensore)

12. Giovanni Russo (portiere

13. Petar Kostadinovic (difensore)

14. Illide Romagna (difensore)

15. Matteo Trevisan (centrocampista)

16. Alessandro Furlan (centrocampista)

17. Giovanni Paoli (centrocampista)

18. Samuele Dragoni (centrocampista)

19. Elvir Islami (centrocampista)

20. Federico Sorbo (difensore)

21. Stefano Selvatico (centrocampista)

22. Matteo Conci (portiere)

23. Lorenzo Ferraglia (attaccante)

24. Enrico Bonazzi (attaccante)

 

STAFF TECNICO

Allenatore: Claudio Rastelli

Allenatore in seconda: Massimo Spagnolli

Preparatore atletico: Alessandro Gelmi

Preparatore dei portieri: Davide Zomer

Team manager: Danilo Tarter

Dirigente accompagnatore: Denis Salati

Medico sociale: dottor Nicola Paoli

Fisioterapista: Luca Antonioni

Magazzinieri: Ivan Alimonta e Alberto Marinelli

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.47 del 13 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

13 dicembre - 18:58

Per Cgil, Cisl e Uil il ridimensionamento del bilancio di Agenzia del Lavoro si tradurrà in un contenimento della spesa per la formazione e la riqualificazione professionale, blocco agli incentivi alle assunzioni stabili per i disoccupati deboli, azzeramento della staffetta occupazionale, stop al reddito di attivazione. Il tutto mentre si investono 8 milioni in strategie di welfare che saranno superate dal governo nazionale

13 dicembre - 19:15

La specie in provincia è diffusa soprattutto in Valsugana. La Fem: ''E' molto resistente perché capace di creare delle nicchie ad altitudini sensibilmente maggiori rispetto alla zanzara tigre. L'estate scorsa abbiamo rilevato un caso davvero particolare, seppure isolato: la presenza di una colonia addirittura ad una altitudine di 1.500 metri''

13 dicembre - 17:52

Il gatto pare sia di casa Rifugio Predaia e dopo che gli escursionisti che lo hanno incontrato hanno postato delle foto su Facebook, in breve tempo, la storia di “Scòdega” è diventata virale

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato