Contenuto sponsorizzato

Fine di un'era, Maurizio Buscaglia e Aquila Basket si separano dopo 544 partite e 13 anni

Nominato allenatore dell'anno in A2 nel 2013/14 e in Serie A al debutto nel 2014/15, ma anche miglior coach in EuroCup nella stagione seguente. In massima serie il tecnico è riuscito a centrare cinque qualificazioni ai playoff in altrettante stagioni e due finali scudetto e una coppa Italia di Legadue in bacheca

Pubblicato il - 30 maggio 2019 - 19:40

TRENTO. Le strade di Aquila Basket e coach Maurizio Buscaglia. La storia si chiude dopo tredici stagioni, 544 partite ufficiali tra campionati e coppe, 107 vittorie e 83 sconfitte (56.3%). Il tecnico è tra gli artefici della storica scalata dei bianconeri dalla B2 alla semifinale europea dopo tre promozioni, senza dimenticare due finali scudetto consecutive e una coppa Italia di Legadue nel 2013 in bacheca.

 

Nominato allenatore dell'anno in A2 nel 2013/14 e in Serie A al debutto nel 2014/15, ma anche miglior coach in EuroCup nella stagione seguente quando i bianconeri arrivarono ad un’incredibile semifinale. In massima serie il tecnico è riuscito a centrare cinque qualificazioni ai playoff in altrettante stagioni.

La carriera a Trento è stata impreziosita anche dalla nomina l'8 novembre 2016 quale nuovo allenatore della Nazionale under 20, in sostituzione di Pino Sacripanti. Si chiude una storia d'altri tempi tra fedeltà ai colori, continuità e continuo lavoro d'innovazione e progettazione, senza rinunciare mai a identità e senso di squadra. 

 

Il nuovo allenatore dell'Aquila Basket sembra essere Nicola Brienza, ex di Cantù, che dovrebbe venire presentato nel corso della prossima settimana.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.08 del 18 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 settembre - 16:35

Sono stati analizzati 2.375 tamponi, 22 i test risultati positivi e 8 persone presentano sintomi. Il totale in Trentino è di 6.311 casi e 470 decessi da inizio epidemia

19 settembre - 15:55

L'escursionista, che si trovava con un amico all'uscita della 23esima galleria, ha perso l'equilibrio sul bordo della scarpata ed è caduto nel vuoto

19 settembre - 13:12

Il 19 settembre 2019 il Parlamento europeo votava una mozione sull'importanza della memoria, suscitando diverse proteste tra gli ex comunisti (e gli storici) italiani, che gridarono alla banalizzazione della storia e a un'inaccettabile equiparazione tra nazismo e comunismo. Lo storico Marcello Flores D'Arcais: "Il documento, coi suoi limiti, esprime il desiderio dell'Europa di costruire un racconto comune del passato. Il clamore suscitato in Italia fu dovuto al rifiuto della storia in nome dell'identità"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato