Contenuto sponsorizzato

Il Trento batte il San Giorgio e conquista la coppa Italia regionale

Dopo il trofeo provinciale, vinto una settimana fa contro il Mori Santo Stefano, il Trento si aggiudica anche quella del Trentino Alto Adige, un successo che consente al sodalizio gialloblù di accedere alla fase nazionale in programma da febbraio 2020 e che vedrà coinvolte tutte le formazioni che hanno vinto i rispettivi trofei regionali

Foto Ac Trento
Pubblicato il - 15 dicembre 2019 - 18:00

LAIVES. Il Trento batte il San Giorgio e conquista la seconda coppa Italia regionale della propria storia dopo l'affermazione del 2016. Nell'ultimo atto andato in scena sul campo del centro sportivo "Galizia" di Laives, la squadra guidata da Flavio Toccoli ha piegato per il 2 a 0 gli altoatesini.

 

Dopo il trofeo provinciale, vinto una settimana fa contro il Mori Santo Stefano, il Trento si aggiudica anche quella del Trentino Alto Adige, un successo che consente al sodalizio gialloblù di accedere alla fase nazionale in programma da febbraio 2020 e che vedrà coinvolte tutte le formazioni che hanno vinto i rispettivi trofei regionali.

 

La prima occasione è di marca gialloblù: scocca il 4' e Baido ci prova direttamente su calcio piazzato, ma la conclusione viene deviata dalla barriera e termina la propria corsa fuori. Il San Giorgio reagisce e all'11' Conci blocca in due tempi il traversone scoccato da Gietl, poi Piffrader spara alto (19') e successivamente Aichner cerca i pali con un tiro d'esterno da fuori area che si perde a lato. Il primo tempo si chiude con una conclusione del pusterese Schwingshackl ma l'estremo difensore del Trento fa buona guardia. 

 

Nella ripresa il ritmo si alza e, dopo un tiro di Sottovia parato dal portiere altoatesino, il San Giorgio sfiora il vantaggio in due occasioni con Orfanello, ma Conci è attento. Sul successivo calcio d'angolo, ancora Orfanello devia in rete dopo la sponda di Althuber, ma l'arbitro annulla per posizione di offside dell'attaccante del San Giorgio.

 

Si rivede il Trento. Al minuto 75 verticalizzazione di Sottovia per Pietribiasi, che scappa sulla destra e poi serve Baido per il vantaggio. Il San Giorgio si getta in avanti alla ricerca del pareggio con praticamente tutti gli effettivi, resta in dieci per l'espulsione per doppia ammonizione comminata a Schwingshackl e presta il fianco alle ripartenze gialloblù. E, al minuto 94, ecco che Sottovia chiude i conti per il 2-0 finale.

 

SAN GIORGIO - TRENTO 0-2

Reti: 30'st Baido, 49'st Sottovia

 

San Giorgio: Negri Bevilacqua; Gielt (42'st Lercher), Althuber, G. Brugger, Aichner; Cia, M. Ritsch, Schwingshackl; S. Harrasser (37'st Bachlechner); Orfanello (43'st L. Brugger), Piffrader.

A disposizione: Prieth, Zulic, R. Harrasser, Passler, Fofana, T. Ritsch.

Allenatore: Patrizio Morini.

 

Trento: Conci; Paoli, Trainotti, Carella, Pellicanò; Caporali, Pettarin (27'st Marcolini), Santuari (42'st Battisti); Fortunato (16'st Pietribiasi); Sottovia, Baido (37'st Ferraglia).

A disposizione: Cazzaro, Badjan, Panizza, Celfeza, Comper

Allenatore: Flavio Toccoli

 

Arbitro: Boiani di Pesaro (Madzovski e Salerno di Bolzano).

Note: spettatori 400 circa. Campo ghiacciato. Giornata soleggiata. Espulso al 43'st Schwingshackl (SG) per doppia ammonizione. Ammoniti Piffrader (SG) e Trainotti (T) per gioco falloso, Althuber (SG) e Pietribiasi (T) per reciproche scorrettezze. Calci d'angolo 4 a 4. Recupero 1' + 4'.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 gennaio - 11:09

Continuano a essere molti i contagi registrati nelle ultime 24 ore in Alto Adige. Mentre si attende la risposta da Roma sulla scelta di mantenere in vigore le misure da zona gialla nonostante il collocamento in zona rossa, i nuovi positivi sono stati 436, 5 i decessi. A Dobbiaco proseguono le operazioni di screening, mentre nelle Rsa si raggiunge il 40% di vaccinati

16 gennaio - 05:01

Il trascinarsi dell'epidemia da SarsCov-2 sta avendo effetti disastrosi sulla salute psichica. Numerosi studi confermano questo trend: isolamento, lutti, incertezze economiche sono solo alcuni degli aspetti presi in considerazione. Ermanno Arreghini, psichiatra e psicoterapeuta: "Attuare misure di protezione anche per i più fragili: senzatetto, disabili, pazienti psichiatrici"

16 gennaio - 09:45

Il presidente Arno Kompatscher e l'assessore alla Salute Thomas Widmann hanno espresso nella conferenza stampa di venerdì sera la loro sorpresa per la classificazione in zona rossa della provincia di Bolzano. Secondo i dati a disposizione dell'Azienda sanitaria non ci sarebbero le condizioni per questo tipo di colorazione. Per questo, mentre si cerca il dialogo con Roma, l'Alto Adige proseguirà con le attuali misure da zona gialla. Ecco l'ordinanza

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato