Contenuto sponsorizzato

L'altoatesino Joachim Oberhauser è campione del mondo di deltaplano. Il trentino Christian Biasi sul tetto del mondo a squadre

E' grande Italia ai campionati mondiali che si sono chiusi a Krushevo in Macedonia. In campo femminile, Méryl Delferriere (Francia) si è confermata la più forte, medaglia d’argento alla svizzera Yael Margrlisch, bronzo a Ellis (Australia)

Pubblicato il - 19 agosto 2019 - 18:59

KRUSHEVO (Macedonia). L'altoatesino Joachim Oberhauser è campione del mondo in parapendio. Il 43enne trionfa al sedicesimo campionato mondiale di volo in parapendio che si è chiuso a Krushevo in Macedonia

 

Il pilota di Termeno, esperto di macchine agricole, chiude davanti a tutti. Non solo, il team Italia si aggiudica per la prima volta anche il titolo iridato a squadre in condivisione con la Francia. Oltre a Oberhauser, la nazionale azzurra era composta da Christian Biasi di Rovereto, dalla milanese Silvia Buzzi, Marco Busetta di Catania e dal pilota ragusano trapiantato a Bologna Alberto Vitale agli ordini di Alberto Castagna di Cologno Monzese in veste di ct. Un successo arrivato al termine di dieci task, una al giorno, su percorsi dai 65 ai 130 chilometri.

 

Ossi duri da battere per i 150 piloti iscritti in rappresentanza di 48 nazioni quelli francesi, campioni del mondo uscenti a squadre, individuale maschile e femminile. In pratica tutte le medaglie erano transalpine e la bravura della Francia non si è smentita nemmeno nei cieli macedoni per prendere dall’inizio il comando della gara.

 

Per gli azzurri sono stati dieci giorni di passione, su è giù per la graduatoria fino alla svolta nella settima giornata quando Oberhauser è riuscito a scalzare Honorin Hamard dal comando. Alla fine al francese andrà la medaglia di bronzo a pari merito con Vladimir Bacanin (Serbia) e dietro al russo Gleb Sukhotskiy, vice campione del mondo. 

 

Un altro momento importante per l’Italia è stato quando Marco Busetta ha vinto la penultima prova per portare al team azzurro i punti necessari per prendere il comando della classifica a squadre. La reazione dei francesi non si è fatta attendere, tanto che a giochi chiusi i transalpini sono riusciti a raggiungere gli azzurri sul gradino più alto del podio davanti a Giappone e Svizzera.

 

In campo femminile, impossibile battere Méryl Delferriere (Francia) che ha mantenuto il comando sulle 21 colleghe per tutto il campionato. Medaglia d’argento alla svizzera Yael Margrlisch, bronzo a Ellis (Australia).

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 settembre - 18:34

Preoccupatissima la categoria per le conseguenze devastanti che si annunciano per il sistema agricolo provinciale. Tra le richieste che si valuti la possibilità di riconoscere sgravi contributivi e indennizzi alle aziende frutticole che hanno subito danni rilevanti tali da compromettere redditività e sopravvivenza, nonché si attino specifici contributi, come quelli già previsti per l’acquisto di reti anti insetto

18 settembre - 17:21

Mal sopportato da tempo l'ex sindaco di Firenze ha messo in sicurezza il partito (portandolo di nuovo al governo), ha atteso si formasse il governo (per non ridurre tutto a una questione ministeri e segretariati) e ha fatto quello che praticamente tutti, prima di lui, hanno fatto nel Pd: lasciarlo. La senatrice trentina: ''E una casa autenticamente europeista, popolare e liberale''

18 settembre - 17:17

L'incidente è avvenuto intorno alle 15.30 lungo la strada statale 240 all'altezza di un incrocio poco prima dell'abitato di Bezzecca. Il ferito elitrasportato all'ospedale Santa Chiara di Trento

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato