Contenuto sponsorizzato

Presentata la Tourlaghi del quindicinnale. Confermata la presenza di Cesare Maestri

Nella tre giorni che si sviluppa su 25 chilometri, con 870 metri di dislivello positivo saranno in gara oltre duecento atleti, provenienti da ben 35 province diverse, a testimonianza della reputazione che nel tempo questo appuntamento si è conquistato. E, nota curiosa, non mancheranno nemmeno i 5 senatori che hanno preso parte a tutte e quindici edizioni, fra l’altro tutti da fuori provincia

Pubblicato il - 29 maggio 2019 - 22:08

TRENTO. Si avvicina a passo veloce l'edizione numero quindici della Tourlaghi e tra i protagonisti della corsa a tappe in programma da venerdì 31 maggio a domenica 2 giugno ci sarà anche il vincitore della passata edizione, il campione di corsa in montagna Cesare Maestri che torna a gareggiare dopo l'infortunio primaverile.

 

Nella tre giorni che si sviluppa su 25 chilometri, con 870 metri di dislivello positivo saranno in gara oltre duecento atleti, provenienti da ben 35 province diverse, a testimonianza della reputazione che nel tempo questo appuntamento si è conquistato. E, nota curiosa, non mancheranno nemmeno i 5 senatori che hanno preso parte a tutte e quindici edizioni, fra l’altro tutti da fuori provincia.

 

Assente la vincitrice della passata edizione al femminile Elisa Almondo in campo femminile gli occhi sono puntati sulla modenese di Sassuolo Laura Ricci, vincitrice nel 2012, 2013, 2014, 2016 e 2017, quindi su Ana Nanu, dominatrice nel 2015. In quanto alle iscrizioni, appaiono già nella lista, che annovera un 40% di nomi al femminile, il vincitore del 2015 Emanuele Franceschini nonché Enrico Cozzini, secondo lo scorso anno, e Luca Miori.

 

Venendo al percorso delle tre tappe, che sarà nuovo come da caratteristica di questa competizione, la prima frazione avrà lo start alle 19,30 di venerdì 31, e porterà i concorrenti incontro all'abitato di Fraveggio, dove saranno allestiti partenza e arrivo: 6,5 chilometri con 200 metri di dislivello, lungo i quali i runner costeggeranno anche il lago di Santa Massenza, con salita conclusiva. Sabato alle 10 dovranno invece coprire quasi dieci chilometri con 370 metri di dislivello positivo da Monte Terlago fino alla malga Terlago Bassa, un suggestivo itinerario ai piedi della Paganella, che toccherà anche il Lago di Lamar e il Lago Santo.

 

Domenica la Tourlaghi si chiuderà con una frazione di quasi dieci chilometri, con 300 metri di dislivello, ancora con partenza (alle ore 10) ed arrivo a Fraveggio, ma questa volta salendo e discendendo dal Monte Gazza. Ad attendere i concorrenti ci sarà la tradizionale Sagra dei Portoni, festa più importante che propone attività ricreative per ragazzi e adulti e naturalmente la possibilità di degustare la gastronomia locale.

 

Tra i motivi di interesse c’è anche la graduatoria per team, chiamata Memorial Giuseppe Ravidà, assegnato alla migliore società, risultante dalla somma dei tempi dei migliori cinque atleti della stessa squadra (maschi o femmine) che appaiono nella classifica generale.

 

Infine uno spazio viene riservato anche alle gare giovanili grazie alla "Baby Run", che si disputerà domenica 2 giugno su varie distanze, in base alla categoria, dai minicuccioli ai cadetti. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 novembre - 20:11
L'allerta è scattata intorno alle 18 di oggi all'altezza del centro abitato di Preore, frazione del comune di Tre Ville. Un'auto si è rovesciata: 4 le persone coinvolte, delle quali 2 sono rimaste a terra incoscienti. In azione la macchina dei soccorsi
28 novembre - 17:40

Sono stati analizzati 3.955 tamponi, 219 i test risultati positivi. Cala il numero delle persone ricoverate nei normali reparti ospedalieri e in terapia intensiva

28 novembre - 18:25

La Provincia si è mossa per aprire nuove strutture Covid: Dro, Tione, Ala e San Vendemiano. Il nuovo focolaio riguarda la Rsa di "San Giuseppe" Primiero 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato