Contenuto sponsorizzato

La magia di Casiraghi e il penalty di Odogwu: l'Fc Südtirol espugna Gubbio, vince ancora da "grande" e manda un altro messaggio al campionato

Tredicesimo successo in campionato, due punti guadagnati sul Modena con Perugia e Padova che restano a distanza. La domenica "perfetta" della formazione di Stefano Vecchi che parla di "mentalità da grande squadra". Ed ha perfettamente ragione

Di Daniele Loss - 08 febbraio 2021 - 14:54

BOLZANO. A fine gara Stefano Vecchi ha parlato apertamente di "mentalità da grande squadra". Che l'Fc Südtirol sia ormai una big del campionato di serie C lo ripetiamo ormai da settimane, ma i biancorossi ci tengono a ribadirlo di continuo. Come domenica a Gubbio: la vittoria ottenuta al "Pietro Barbetti"vale doppio, forse triplo, perché arrivata in condizioni assolutamente probitive (basti vedere le condizioni del fondo dell'impianto eugubino),  contro un'avversaria oltremodo ostica, che all'andata, al "Druso", aveva saputo imporre il pari (1 a 1) agli altoatesini.

 

Ebbene, stavolta la musica è stata ben diversa: al "Barbetti" è stata battaglia pura sin dal primo minuto con il terreno di gioco che non permetteva alcun tipo di francesismo calcistico, ma l'Fc Südtirol ha saputo adeguarsi immediatamente e perfettamente al contesto. In avanti Rafa Odogwu ha fatto valere tutta la sua stazza, mentre quel funambolo di Daniele Casiraghi è riuscito ugualmente a disegnare calcio. Basti guardare la fantascientifica punizione con cui ha portato avanti i biancorossi nel primo tempo: una magia vera e propria con punto di calcio tutt'altro che "comodo" per un destro come lui, che è però riuscito ad aggirare la barriera e spedire la sfera all'incrocio dei pali con una traiettoria difficile da immaginare non solamente per i comuni mortali, ma anche per tanti altri giocatori della categoria.

 

Poi ci ha pensato proprio Odogwu a firmare il raddoppio trasformando un calcio di rigore (sacrosanto) concesso per atterramento di Mattia Marchi al minuto 86, a cui ha fatto seguito il gol del Gubbio, firmato dall'intramontabile Juanito Gomez. Gli ultimi minuti e l'overtime sono stati all'insegna dell'assalto dei padroni di casa alla porta biancorossa, chiusa a doppia mandata da Poluzzi e dalla linea difensiva.

 

I tre punti conquistati in Umbria pesano come macigni, perché mandano un ulteriore segnale alla diretta concorrenza: Perugia e Padova, entrambe con una gara in meno, hanno vinto (ma che fatica per i veneti, passati di misura sulla Fermana), mentre il Modena è stato fermato - a sorpresa - sul pareggio da un coriaco Ravenna. Il pensierino della domenica? Primato consolidato ed ennesimo messaggio a tutto il campionato: l'Fc Südtirol è sempre più solido e "cannibale". Un tempo (e non serve andare troppo indietro con la memoria), un pareggio sul campo del Gubbio sarebbe stato considerato un ottimo risultato.

Oggi non lo è più. Presunzione? No, semplicemente ambizione e obiettività.

 

La classifica: Fc Südtirol 47 punti; Padova* 44; Perugia* 43; Modena 41;  Sambenedettese 37; Virtus Verona e Triestina 36; Feralpisalò* e Cesena** 35; Mantova e Matelica 32; Carpi* 27; Fermana e Gubbio 26; Vis Pesaro 23; Legnago Salus e Imolese 22; Alma Juventus Fano 21; Ravenna 17; Arezzo 11

 

*: due partite in meno

*: una partita in meno

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 6 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
06 dicembre - 19:58
Trovati 73 positivi, 1 decesso nelle ultime 24 ore. Registrate 79 guarigioni. Sono 73 i pazienti in ospedale. Sono 892.851 le dosi di [...]
Società
06 dicembre - 19:02
La città di Belluno dedica una piazza in memoria di Angelina Zampieri, vittima di femminicidio nel 1913. La ragazza, che si era trasferita a Povo [...]
Cronaca
06 dicembre - 20:45
Nell'aggiornamento delle autorità sanitarie risultano effettuate 36.514 vaccinazioni con prenotazione, oltre a 7.531 somministrazioni a [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato