Contenuto sponsorizzato

Rovereto, città del basket. Lo Junior si racconta all'Aquila: ''Ecco cosa abbiamo fatto con il Covid per stare accanto ai giovani e alle famiglie''

Spazio alla palla a spicchi in Vallagarina su Bskt, il magazine di Aquila Basket. Circa 350 tesserati, lo Junior Basket di Rovereto è tra i sodalizi che rientrano nel progetto Dolomiti Energia Basketball Academy, promosso da Fondazione Aquila per aggregare le società del Trentino Alto Adige attorno a un percorso di sviluppo di un modello territoriale sportivo comune

Pubblicato il - 24 ottobre 2021 - 19:34

TRENTO. "Vogliamo diventare un punto di riferimento tecnico e organizzativo per la pallacanestro nella zona della città della Quercia e dintorni". Lo Junior Basket Rovereto è attivo dal minibasket alle squadre senior, con pure attività rivolte ai genitori. "Operiamo con un chiaro elemento distintivo: lavorare sui giovani, sviluppare il maggior numero di ragazzi e farli arrivare al miglior livello possibile".

 

Spazio alla palla a spicchi in Vallagarina su Bskt, il magazine di Aquila Basket. Circa 350 tesserati, lo Junior Basket di Rovereto è tra i sodalizi che rientrano nel progetto Dolomiti Energia Basketball Academy, promosso da Fondazione Aquila per aggregare le società del Trentino Alto Adige attorno a un percorso di sviluppo di un modello territoriale sportivo comune, all’interno del quale ogni realtà coinvolta sia stimolata a sviluppare un programma di attività giovanile di alto profilo, sia sotto l’aspetto formativo che organizzativo.

 

"Durante la pandemia abbiamo cercato di proseguire con l’attività facendo quello che potevamo, rispettando le disposizioni del periodo. Non volevamo perdere il contatto con i ragazzi, le ragazze e le loro famiglie, consapevoli che prima o poi saremo ripartiti. Ora abbiamo ricominciato gli allenamenti e non c’è niente di più bello. La nostra mission è quella di sviluppare il maggior numero di ragazzi appassionati allo sport".

 

Il quotidiano Il Dolomiti è partner di Aquila Basket, un viaggio per raccontare persone, storie e volti del club. E' online il numero di ottobre di Bskt, il progetto editoriale di Aquila Basket: un approfondimento sul mondo bianconero e una serie di contenuti ideati esclusivamente per il magazine.

 

Il protagonista della copertina è Diego Flaccadori, reduce dal biennio con il Bayern Monaco, la guardia ritorna a Trento alla corte di coach Molin (Qui articolo) ma in questo numero si sconfina anche nella corsa in montagna con l'intervista a Christian Modena del Team La Sportiva (Qui articolo). 

 

La missione è quella di promuovere la pallacanestro a Rovereto e nel resto della Vallagarina. Per fare questo, lo Junior Basket Rovereto, attiva dal minibasket alle squadre senior, con pure attività rivolte ai genitori, vuole continuare a crescere. Inseguendo anche il modello Aquila Basket, attraverso un rapporto che prosegue da anni.

 

La società è infatti una delle cinquanta in regione che fanno parte del progetto Dolomiti Energia Basketball Academy, promosso da Fondazione Aquila per aggregare le società del Trentino Alto Adige attorno ad un percorso di sviluppo di un modello territoriale sportivo comune, all’interno del quale ogni società coinvolta sia stimolata a sviluppare un programma di attività giovanile di alto profilo, sia sotto l’aspetto formativo che organizzativo.

Lo Junior Basket Rovereto partecipa a tutti i campionati regionali di minibasket e settore giovanile: con le squadre Pulcini, Scoiattoli, Aquilotti, Esordienti, per quanto riguarda la prima categoria, con le Under 13, 14, 15 e 17 per la seconda. Ci sono poi le squadre senior, maschile (una partecipa alla Serie D, l’altra alla Promozione) e femminile, e, come anticipato prima, anche attività legate ai genitori di bambine e bambine che giocano con la società. Un gruppo di allenamento con i coach della società, rivolto ai genitori che hanno la passione per il basket.

Il presidente è Enrico Bettini, il responsabile del settore giovanile Silvano Fumagalli, Claudio Venco è il direttore sportivo del minibasket. Spiega Lorenzo Zandonai, direttore sportivo del club. “Vogliamo diventare un punto di riferimento tecnico e organizzativo per la pallacanestro nella zona di Rovereto e dintorni, con un chiaro elemento distintivo: lavorare sui giovani, sviluppare il maggior numero di ragazzi e farli arrivare al miglior livello possibile”.

In prima squadra giocano già elementi molto giovani, che proprio all’interno dello Junior Basket Rovereto hanno trovato un ambiente ideale dove potersi formare. “Tutti gli sforzi organizzativi che facciamo servono per dare spazio e responsabilità ai nostri giovani. Per questo durante la pandemia abbiamo cercato di proseguire con l’attività facendo quello che potevamo, rispettando le disposizioni del periodo. Non volevamo perdere il contatto con i ragazzi, le ragazze e le loro famiglie, consapevoli che prima o poi saremo ripartiti. Ora abbiamo ricominciato gli allenamenti e non c’è niente di più bello. La nostra mission è quella di sviluppare il maggior numero di ragazzi appassionati allo sport”.

 

Attualmente sono all’incirca 350 gli atleti tesserati, provenienti da Rovereto e dal resto della Vallagarina. Nelle scorse settimane è iniziata un’intensa campagna promozionale sul territorio per raccogliere nuove adesioni, attraverso ad esempio gli Open Day durante i quali i giovani hanno potuto giocare e divertirsi con grande entusiasmo.

 

“Lo sport è un passaggio importantissimo nella vita di tutti loro – aggiunge Enrico Stoffella, il vide presidente del club - Il ruolo educativo e formativo dello sport è importante, per questo noi dello Junior Basket Rovereto dobbiamo dare il massimo per offrire a chiunque la possibilità di praticare la pallacanestro”. Importanti sono anche l’attività di promozione nelle scuole, la partecipazione alle iniziative che il Comune di Rovereto dedica allo sport e la collaborazione con l’Agenzia Sport Vallagarina.

Il rapporto con Aquila Basket va avanti da tanti anni. “Siamo cresciuti insieme, alcuni nostri ragazzi sono entrati nel settore giovanile di Trento, e noi siamo contenti della loro esperienza e di tutte le attività che Aquila fa sul territorio. Speriamo che questa collaborazione continui anche in futuro, sia a livello tecnico che di rapporti umani tra i due staff. Vogliamo crescere il più possibile, in modo da inseguire quello che stanno facendo loro, e non essere solo semplici spettatori. Portare i nostri giovani alla Blm Group Arena a vedere le partite dell’Aquila è bellissimo, non vediamo l’ora di rifarlo quando sarà possibile”.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 7 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
08 dicembre - 15:43
Sono stati analizzati 8.506 tamponi tra molecolari e antigenici e sono state individuate 255 positività. Nessun decesso ma c'è un [...]
Politica
08 dicembre - 13:53
Manica ha confrontato le due convenzioni per i concerti di Vasco Rossi: “Mentre il Comune di Modena aveva previsto delle forme di indennizzo che [...]
Cronaca
08 dicembre - 14:39
Il malfunzionamento è stato segnalato questa mattina da alcuni cittadini a ilDolomiti. Gpi, l'azienda che gestisce il Cup, si è messa subito al [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato