Contenuto sponsorizzato

Aquila Basket, "Gran Canaria? La migliore in EuroCup, ma dopo il colpaccio a Venezia siamo carichi"

Ancora a zero vittorie sul continente i bianconeri cercano l'impresa contro gli spagnoli di Gran Canaria. Molin: "Fondamentale una difesa fisica per spezzare il loro ritmo. Flaccadori? Sarà della partita, ma abbiamo bisogno di tutti"

Foto Aquila Basket
Di Mattia Sartori - 29 novembre 2022 - 16:33

TRENTO. Dolomiti Energia ancora a caccia di vittorie. Arrivati ormai al sesto turno di EuroCup, i bianconeri non sono ancora riusciti a conquistare un risultato utile nella campagna continentale. Il prossimo match li vedrà opporsi alla temibile Gran Canaria per cercare di difendere le mura della Blm Group Arena. Sarà un’impresa particolarmente difficile in quanto la squadra spagnola si annovera tra le migliori formazioni della competizione.

 

Lo conferma anche coach Molin, che alla conferenza di presentazione dichiara: “Gran Canaria è probabilmente la migliore squadra dell’EuroCup in questo momento. Come molte squadre spagnole ha un gioco molto offensivo e basato sul ritmo più che sulla tattica. Per avere la possibilità di vincere dovremo quindi avere una difesa fisica e dotarci di qualche accorgimento tattico per sconvolgere il loro ritmo e metterli in confusione. Sicuramente sono avversari importanti, ma non importa chi abbiamo di fronte, dobbiamo sempre scendere in campo per cercare una vittoria”.

 

Sebbene sulla carta Gran Canaria sia la favorita, Trento è sempre piena di sorprese, come ha potuto constatare sabato scorso la Reyer Venezia. Forray e compagni sono infatti riusciti a strappare una vittoria all’ultimo secondo con un improbabile canestro del talentuoso Spagnolo. Una vittoria che potrebbe dare loro la carica giusta per tirare fuori un’esaltante prestazione contro gli spagnoli, soprattutto dopo essere tornati al completo col recupero di Ladurner e Flaccadori pronto a tornare in campo.

 

Flaccadori sarà della partita – annuncia sollevato l’allenatore bianconero –, ma incrociamo le dita sperando che sia stato l’ultimo intoppo. Inoltre siamo felici di aver finalmente recuperato Ladurner, che contro Venezia ci ha regalato una prestazione sicuramente incisiva. Deve continuare su questa strada”. Elogi anche per il giovane Conti, anche lui in forma contro la Reyer. “Se vogliamo costruire una buona stagione, fatta anche di qualche colpo inaspettato, avremo bisogno del loro contributo, sono una parte essenziale del nostro progetto”, aggiunge Molin.

 

Da migliorare invece la gestione dei falli di Udom, sulla quale il coach dichiara: “Mattia non è un giocatore di secondo piano nella nostra idea di squadra. Ha però bisogno di imparare a non farsi condizionare dai falli: ci sono troppe situazioni in cui li spreca e di conseguenza si spreca. In realtà è un argomento su cui cerchiamo di lavorare come gruppo e il mio ideale sarebbe arrivare ad una gestione simile a quella della Virtus. Un fallo sapiente può essere uno strumento prezioso e dobbiamo imparare ad utilizzarlo bene”.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
26 gennaio - 22:07
A intervenire nelle ricerche i vigili del fuoco e i carabinieri. Presente anche l'ambulanza e il personale sanitario. Purtroppo un 70enne è [...]
Politica
26 gennaio - 20:50
Polemiche per l'allestimento della pista da sci di fondo tra piazza Duomo e via Belenzani per l'edizione numero 50 della Marcialonga. L'intervento [...]
Montagna
26 gennaio - 18:40
La cerimonia si è svolta ieri sera nella capitale: i soci della sezione Cai di Roma espulsi dopo l'emanazione delle Leggi razziali nel '38 sono [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato