Contenuto sponsorizzato

Basket Serie A, Trento di nuovo al tappeto. Contro Venezia continua la striscia negativa dell'Aquila. PAGELLE

I bianconeri non riescono ad uscire dalla fase calante in cui si trovano ormai da mesi. Watt massacra la Dolomiti Energia nel pitturato, mentre a chiudere la partita sono le triple di Bramos e Stone, triste richiamo alla sconfitta dell'andata. 

Foto Aquila Basket
Di Mattia Sartori - 13 marzo 2022 - 19:15

VENEZIA. Iniziano a pesare I ko collezionati dalla Dolomiti Energia, sia in campionato che in Eurocup. I bianconeri infatti non vincono ormai dal 18 gennaio contro Napoli e sono chiamati a cambiare la situazione nel derby del triveneto con Venezia. Gli orogranata e i trentini condividono un record di 9 vittorie e 11 sconfitte, rendendo questa partita ancora più importante ai fini della classifica. Coach Molin non può più contare su Wesley Saunders, che ha salutato Trento negli ultimi giorni, e rischia di non poter sfruttare nemmeno Williams, ancora in dubbio dopo i problemi fisici che lo hanno costretto a saltare il match contro lo Slask.

 

Fortunatamente per Trento Williams è in grado di scendere in campo. Purtroppo però non riesce a limitare il reparto lunghi degli orogranata, che infligge non pochi danni nel pitturato. Venezia ne approfitta per prendere il controllo della partita, rimanendo in testa per quasi tutto il primo quarto. I trentini però non si fanno seminare, rimanendo sempre a pochi possessi di distanza dai padroni di casa. Trascinatore dei bianconeri nei primi dieci minuti è chiaramente Caroline, che a un certo punto riesce anche a conquistare il vantaggio per i suoi con un break di 6-0. La Reyer riesce a rimettere la testa avanti entro la fine della prima frazione di gioco, ma la Dolomiti Energia rimane attaccata ad appena un punto di distanza (20-19).

 

Il solito Mitchell Watt torna a mettere in difficoltà i trentini, che subiscono un parziale di 9-0 nei primi minuti del secondo periodo. L’attacco della Dolomiti Energia fatica a trovare il bersaglio e bisogna aspettare oltre cinque minuti prima che i bianconeri tornino a segnare. A spezzare il digiuno dell’Aquila è il giovane Ladurner, seguito da Flaccadori che riduce il divario tra le due formazioni, riportando i suoi a -3. L’ultima parola se la prendono però i veneti, che mandano all’attacco Tonut e all’ultimo secondo riguadagnano quota +5 (35-30).

 

Il terzo periodo comincia con uno show balistico da parte di entrambe le formazioni, con Trento che più volte minaccia d riagganciare i padroni di casa. L’impresa però non viene mai completata e la Reyer riesce a tenere a bada i bianconeri, che cercano disperatamente la rimonta. Il colpo di grazia arriva però dalle mani di Bramos, che prende le misure dall’arco e da lì comincia a martoriare la Dolomiti Energia con una pioggia di triple, facendola scivolare a -13 alla fine del terzo quarto (57-44).

 

I primi minuti dell’ultima frazione di gioco cambiano l’inerzia in favore della Dolomiti Energia. I bianconeri, trascinati da Reynolds, mettono a segno un pesante parziale di 9-0 che li porta ad appena due possessi pieni di distanza dalla Reyer. Gli orogranata non tardano però a rispondere con un contro-break che riporta il divario in doppia cifra. L’Aquila continua ad attaccare il vantaggio della Reyer, ma le triple di Stone riescono a tenerla a bada, anche se a chiudere definitivamente la gara è un canestro del solito Watt che a 30 secondi dalla fine firma il +10 e manda a casa Trento con la dodicesima sconfitta in campionato (72-65).

 

JOHNSON 4,5 – Prima performance veramente deludente per il nuovo acquisto trentino. Dominique troppo spesso decide di fare di testa sua, cercando uno contro uno improbabili che non portano a nulla.

 

BRADFORD 5 – In una partita molto importante dal punto di vista della classifica Bradford non riesce a dire la sua, giocando spesso in sordina e senza avere un vero impatto sul match.

 

WILLIAMS 4,5 – Evidentemente non si è ancora ripreso del tutto dato che sotto canestro non riesce a dare filo da torcere ai lunghi veneti. Questi ultimi al contrario lo costringono ad un deludente 1/6 al tiro e a soli 3 rimbalzi catturati in quattordici minuti.

 

REYNOLDS 6,5 – Nei primi due quarti si distingue principalmente per la difesa, mentre in fase offensiva riesce ad affermarsi solo nell’ultimo quarto, quando trascina i compagni nell’ultimo vero assalto al vantaggio della Reyer.

 

CONTI – S.V.

 

MORINA – N.E.

 

FORRAY 6 – In attacco non la migliore delle partite, ma come sempre si fa notare per la tenacia in difesa e la voglia di provarci fino alla fine.

 

FLACCADORI 6,5 – Dopo un primo quarto un po’ opaco, torna in sé diventando uno dei trascinatori della squadra, soprattutto nel secondo periodo. Peccato per i 4 palloni persi.

 

 

MEZZANOTTE 5,5 – Ci prova, ma la differenza fisica con i lunghi orogranata è abissale, tanto che non riesce a prendere nemmeno un rimbalzo.

 

DELL’ANNA – N.E.

 

LADURNER 7 – Una performance difensiva veramente notevole per il giovane lungo, che quando è in campo riesce a mettere in difficoltà anche dei giocatori di esperienza come Watt e Daye, donando un po’ di stabilità difensiva all’Aquila.

 

CAROLINE 7,5 – Top scorer per Trento e trascinatore nel primo quarto, Caroline sfiora la doppia doppia, portando a casa 21 punti e 8 rimbalzi. Sempre presente sotto canestro, è il motivo per cui la Dolomiti Energia non ha perso la partita già nel primo quarto.

 

MOLIN 5 - Anche stavolta coach Molin non riesce a tirare fuori i trentini dal pantano in cui sono finiti. C'è urgente bisogno di trovare un punto di svolta, altrimenti si rischia di finire la stagione, mancando l'obiettivo playoff anche in campionato. 

 

UMANA REYER VENEZIA – DOLOMITI ENERGIA TRENTINO  72-65

(20-19; 15-11; 22-14; 15-21)

 

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO. Johnson, Bradford 2, Williams 2, Reynolds 15, Conti, Morina, Forray 3, Flaccadori 16, Mezzanotte 2, Dell’Anna, Ladurner 4, Caroline 21. Allenatore: Emanuele Molin.

UMANA REYER VENEZIA. Stone 7, Bramos 14, Tonut 10, Daye 1, De Nicolao, Sanders 5, Mazzola, Brooks 5, Theodore 11, Minincleri, Morena, Watts 19. Allenatore: Walter De Raffaele.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 4 luglio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
05 luglio - 19:04
È la 54enne trentina Liliana Bertoldi la quarta vittima della tragedia sulla Marmolada. La donna era molto conosciuta in Trentino per via del [...]
Cronaca
05 luglio - 19:37
Le accuse di Debora Campagnaro, sorella di Erica una delle alpiniste disperse dopo la tragedia sulla Marmolada: “Se ci fosse stato un bollettino [...]
Cronaca
05 luglio - 18:21
Grande il lutto in tutta la comunità per la scomparsa di Filippo Bari, morto sul ghiacciaio della Marmolada: parte anche una raccolta fondi. Il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato