Contenuto sponsorizzato

Vendrame fa un gran "numero" in discesa e arriva da solo a Sappada: il corridore veneto trionfa in Friuli. I big arrivano a 16 minuti dopo una tappa al risparmio

Per il corridore di Conegliano, che già aveva vinto una tappa al Giro, è il momento più alto di una carriera che avrebbe potuto interrompersi bruscamente il 7 aprile 2016 quando, appena 21enne, venne investito in allenamento da un'auto, che sterzò improvvisamente davanti a lui: Vendrame finì con il viso all'interno dell'abitacolo, sfondando il vetro. Gli vennero applicati 50 punti interni e 60 esterni sulla parte destra del viso

Di D.L. - 24 maggio 2024 - 17:39

SAPPADA. In Friuli trionfa il veneto Andrea Vendrame che, con un gran "numero" nel finale, si aggiudica la terzultima tappa del Giro d'Italia con arrivo a Sappada.

 

E per il corridore di Conegliano, che già aveva vinto una tappa al Giro, è il momento più alto di una carriera che avrebbe potuto interrompersi bruscamente il 7 aprile 2016 quando, appena 21enne, venne investito in allenamento da un'auto, che - come se niente fosse - sterzò davanti a lui: Vendrame finì con il viso all'interno dell'abitacolo, sfondando il vetro. Gli vennero applicati 50 punti interni e 60 esterni sulla parte destra del viso.

 

Nella giornata in cui i "big" recuperano le forze in vista della durissima tappa di sabato, la "fugona" da lontano dunque arriva al traguardo.

 

Dal gruppo escono, infatti, a più riprese diversi corridori, sino a quando il gruppetto degli attaccanti di giornata raggiunge le 19 unità. Del "plotoncino" fa parte anche il trentino, di Nogaredo, Mattia Bais. Il gruppo lascia fare e la fuga prende grande margine: a 70 chilometri dall'arrivo il margine è di addirittura 7'45".

 

Lo scatto di Alaphilippe "spacca" il gruppetto e restano in sei al comando, il due volte campione del mondo, il vincitore della tappa del Brocon, Steinhauser, Narvaez, Sanchez, Hermans e il veneto Vendrame, che si stacca sul Duron, ma poi riesce a rientrare e, nella discesa dal Sella Valcalda, poco dopo Ravascletto, attacca e lascia lì tutti gli altri.

 

Procedendo in solitaria, aumenta il margine, arrivando ad avere 1'15" (mentre il gruppo procede ad andatura blanda, con un ritardo di quasi un quarto d'ora), mentre alle sue spalle gli unici che hanno la forza per inseguirlo sono Sanchez e Steinhauser: nessuno dei due, però, riesce ad accorciare e, sul traguardo di Sappada, il 29enne di Conegliano può alzare le braccia al cielo, tra il tripudio generale del pubblico e con gli ultimi 500 metri vissuti in passerella, prima di un commovente pianto liberatorio.

 

Il gruppo maglia rosa prosegue con assoluta tranquillità e l'unico sussulto è provocato dalla caduta di Thomas a 7 chilometri dalla fine: Pogacar si mette in testa per evitare fughe, il plotoncino praticamente si ferma e aspetta il rientro dell'inglese per poi arrivare, in modalità "no contest", sino al traguardo a 16 minuti dal vincitore.

 

Domani, sabato 25 maggio, penultima tappa dell'edizione 2024 del Giro d'Italia con una frazione "a cinque stelle", visto il doppio - durissimo - passaggio sul Monte Grappa. Si partirà da Alpago, saliscendi sino a Semonzo e poi la durissima ascesa al Grappa. Poi discesa, passaggio per Bassano e, ancora, attacco al Grappa e poi la lunga discesa sino a Bassano, dove si arriverà dopo 184 di gara. Sulla salita è atteso il pubblico delle grandissime occasioni.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Economia
14 giugno - 18:52
Confesercenti della Lombardia Orientale lancia l'allarme in vista della nuova stagione: “Occorre però un salto di qualità anche nella [...]
altra montagna
14 giugno - 19:31
Zero voti. Questo è il dato da cui partire per analizzare l’esperienza elettorale di Luca Mercalli, noto climatologo e divulgatore scientifico [...]
Cronaca
14 giugno - 18:35
La 24enne nonesa dopo la straordinaria vittoria sui 10 chilometri in pista è stata festeggiata dalle massime autorità sportive e politiche. [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato