Contenuto sponsorizzato

Bottino pieno in Lombardia per Trento e Levico. Tre punti che possono rilanciare la stagione

La squadra di Vecchiato porta a casa tre punti grazie alla doppietta di Lillo. Per il Levico il gol partita è firmato Sibella

Pubblicato il - 24 settembre 2017 - 17:29

SCANZOROSCIATE. Trentino batte Bergamo 2 a 0. Trento e Levico vanno in Lombardia e tornano con il bottino pieno che serviva alle due compagini per rialzare la testa e cominciare a guardare la classifica, finalmente, con uno sguardo non più dal basso verso l'alto ma con nuove ambizioni. Sono un 1 a 2 e uno 0 a 1 a permettere al team di Vecchiato e a quello di Manfioletti di conquistare tre punti importantissimi. Per la truppa aquilotta la trasferta con lo Scanzorosciate comincia subito bene. Infatti al 13° è già 0 a 1 grazie a un destro ad effetto che s'infila all'incrocio dei pali piazzato da Lillo. Nel secondo tempo al 34' della ripresa Lillo cala la doppietta grazie ad un rigore calciato di potenza. Accorcia lo Scanzorosciate con Paris nel finale ma non basta. Per il Levico, invece, il gol partita arriva nel primo tempo grazie al destro di Sirabella contro il Ciserano.

 

Il match del Trento:

 

Il tecnico gialloblù Vecchiato cambia modulo e si affida ad un più prudente "4-4-1-1": sulla corsia di destra esordio stagionale per il classe '99 Ferraglia, mentre Duravia agisce a sinistra ed è Lillo a supportare Lella, unica punta di ruolo dello schieramento gialloblù. In difesa subito galloni da titolare per l'ultimo arrivato Giacomoni, che affianca Casagrande al centro del reparto.

 

Il piccolo campo bergamasco poco si presta al gioco palla a terra e, allora, sin da subito è "battaglia", soprattutto nella zona nevralgica del campo. Al 4' il bergamasco Melandri ci prova dalla distanza, ma il suo tiro si perde abbondantemente alto. Con il passare dei minuti il Trento prende campo e al 10' Lillo pesca Duravia, il cui traversone viene "murato" in corner dalla difesa di casa. Al minuto 13 si spezza l'equilibrio e i gialloblù passano a condurre grazie alla prodezza balistica di Lillo: sugli sviluppi di un calcio piazzato, Lella tocca per Giacomoni che difende la sfera e poi l'appoggia al limite dell'area per il trequartista aquilotto che non ci pensa su due volte e, di prima intenzione, lascia partire una meravigliosa conclusione d'interno destro che s'insacca all'incrocio dei pali con Stuani immobile.

 

Lo Scanzorosciate reagisce immediatamente e al 24' i locali trovano il pari, ma la rete viene annullata per la posizione irregolare (attiva) di Spampatti, ma la replica del Trento è assolutamente incisiva e solamente uno strepitoso Stuani nega il raddoppio alla formazione di Vecchiato: corre il 27' quando Duravia strappa la sfera dai piedi di un avversario e poi lascia partire un gran destro destinato all'incrocio dei pali che il portiere di casa alza in corner con un gran balzo.

Prima dell'intervallo l'allenatore lombardo opera addirittura un doppio cambio e, al 41', Paris incorna alle spalle di Cuoco un piazzato proveniente dalla destra ma, anche in questo caso, l'arbitro annulla la marcatura per la posizione di fuorigioco del difensore dello Scanzo.

 

Nella ripresa i padroni di casa provano a spingere sull'acceleratore, ma Cuoco dorme sonni tranquilli perché, a conti fatti, la squadra di Valenti non trova mai lo specchio della porta pur provandoci a più riprese dalla distanza. In ripartenza è, invece, il Trento a sfiorare il raddoppio al 65': Lella sfonda sulla destra e crossa al centro per l'accorrente Lillo, che batte di prima intenzione con il pallone che sfiora l'incrocio dei pali e si accomoda sul fondo. Dopo Bertaso, Vecchiato getta nella mischia anche Kyeremateng, il cui ingresso è fondamentale: al 78' l'attaccante di Arona rimonta il direttore avversario, gli ruba il tempo e viene abbattuto in area. Il penalty è netto e, dal dischetto, Lillo spiazza Stuani e fa due a zero. Entrano anche Paoli (per Duravia) e Gattamelata (proprio per Lillo: per il trequartista trentino si tratta dell'esordio stagionale) e il match sembra finito ma a cinque minuti dalla fine Paris riapre i giochi con un gran colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo.

 

Nel finale è assedio Scanzorosciate: Giangaspero calcia in bello stile, ma Cuoco è ottimamente piazzato (88'), poi il portiere gialloblù è pronto sul colpo di testa del centravanti aggiunto Paris (93'). Lo Scanzorosciate butta palloni a ripetizione in area, ma il risultato non cambia più: il Trento s'impone per 2 a 1 e sale a quota sei in classifica.

 

SCANZOROSCIATE - TRENTO 1-2

SCANZOROSCIATE (4-3-3): Stuani; Corno, Paris, Rota, Gotti (35'pt Cortesi); Basanisi (21'st Aranotu), Maietti, Melandri (1'st Lamera); Masinari (35'pt Zambelli), Giangaspero, Spampatti (29'st Panza).

A disposizione: Benedetti, Ubbiali, Zucchelli, Epis.

Allenatore: Nicola Valenti.

TRENTO (4-4-1-1): Cuoco; Toscano, Casagrande, Giacomoni, Diop; Ferraglia (14'st Bertaso), Furlan (41'st Bacher), Boldini, Duravia (31'st Paoli); Lillo (37'st Gattamelata); Lella (29'st Kyeremateng).

A disposizione: Grubizza, Rippa, Calcagnotto, Osti.

Allenatore: Roberto Vecchiato.

ARBITRO: Vogliacco di Bari (Pennaso di Albenga e Fiore di Genova).

RETI: 13'pt e 34'st rigore Lillo (T), 40'st Paris (S).

NOTE: spettatori 300 circa. Campo in discrete condizioni. Giornata calda. Ammoniti Giacomoni (T) e Bertaso (T) per gioco falloso. Calci d'angolo 6 a 5 per il Trento. Recupero 1' + 4'.

 

CLASSIFICA: Rezzato 13 punti; Pergolettese 10, Aurora Pro Patria 10, Darfo Boario 10, Crema 9, Pontisola 8, Caravaggio 8, Virtus Bergamo 7, Levico Terme 7, Ciserano 7, Cliverghe 7, Lecco 6, Trento 6, Dro Alto Grada 5, Scanzorosciate 4, Bustese 4, Romanese 4, Grumellese 0, Lumezzane 0

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 febbraio - 16:07

Si sono concluse con il ritrovamento di una serie di oggetti, inviati ai Ris di Parma, le ricerche dei sommozzatori del Nucleo speciale dei carabinieri. Nel fiume Adige, però, nessuna traccia di Peter Neumair. Novità importanti emergono intanto dalle indagini

27 febbraio - 13:30

Ecco cosa dice la bozza del nuovo dpcm che sarà valido fino al 6 aprile. La zona rossa diventa più rossa con la chiusura anche di parrucchieri e barbieri quella bianca sempre più una realtà (dopo il caso della Sardegna) e prevede la riapertura praticamente di tutto (bar, ristoranti, cinema e teatri senza coprifuoco alle 22) eccetto fiere, congressi, discoteche e stadi. Resta il divieto di spostamento tra regioni ma novità per i musei

27 febbraio - 14:56

Mentre a livello nazionale dal 6 al 13 marzo sarà portata avanti questa importante iniziativa che si inserisce nella campagna più ampia ''Close the Gap – riduciamo le differenze'', e coinvolge le cooperative di consumatori, i soci, i dipendenti e i fornitori di prodotto a marchio, Coop Italia rilancia anche la petizione “Stop Tampon Tax – Il ciclo non è un lusso”. In Trentino la decisione se aderire o meno verrà presa lunedì

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato