Contenuto sponsorizzato

Esperienza in Nba e campione d'America, il nuovo play bianconero è il messicano Jorge Gutiérrez

Basket. Un passato nel massimo campionato americano tra Brooklyn Nets, Milwaukee Bucks e Charlotte Hornets, mentre la stagione scorsa si è misurato in Turchia in forza al Trabzonspor. Nel suo ultimo anno di di college eletto 'Miglior difensore' e 'Miglior giocatore' 

Il playmaker messicano Jorge Gutiérrez, neo acquisto bianconero
Pubblicato il - 29 luglio 2017 - 16:44

TRENTO. L'Aquila Basket saluta l'arrivo di Jorge Gutiérrez, playmaker reduce dalla sua prima esperienza in Europa al Trabzonspor in Turchia, dove ha messo insieme una media di 9,4 punti e 5,4 assist (massimo stagionale 15) in venti presenze.

 

“Gutiérrez - commenta Salvatore Trainotti, gm della Dolomiti Energia - ci porta esperienza, carisma e leadership, oltre a caratteristiche tecniche che pensiamo completino al meglio la squadra. Ha un vissuto primissimo piano e quindi alzerà ulteriormente il livello di competitività del gruppo. Con Forray abbiamo una coppia di play affidabili e mentalmente abituati ad aiutare i compagni”.

 

Il messicano, classe 1988, è considerato un giocatore 'totale': oltre a essere un leader e creare gioco, all'occorrenza è anche un ottimo finalizzatore e riesce a fare la differenza con le sue giocate offensive, ma anche per il suo fiuto in difesa.

Il 28enne,  190 centimetri per 88 chilogrammi, è il quarto giocatore della Dolomiti Energia con trascorsi in Nba, dopo Tony Mitchell, Julian Wright e Devyn Marble: i numeri nella massima lega professionistica a stelle e strisce del playmaker messicano recitano 47 partite giocate (tra il 2013 e il 2016, con le maglie di Brooklyn Nets, Milwaukee Bucks e Charlotte Hornets), quasi 11 minuti di media in campo, 2,9 punti e 1,5 assist a serata.

Nato a Chiuhuahua è arrivato negli Stati Uniti giovanissimo, Gutiérrez si mette in mostra a Denver, quando negli anni della High School riesce a portare al titolo statale del Colorado la squadra della sua scuola, gli Abraham Lincoln HS Lancers.

 

Sono le quattro stagioni al college a consacrarlo, le 129 partite che il messicano disputa con i California Bears. Nel 2012, al termine del suo ultimo anno di college ai Bears, quello da senior, Gutiérrez fa incetta di premi nella Pac-12, la conference della quale fa parte la California: le statistiche composte da 13 punti, 5,1 rimbalzi, 4,3 assist e 1,2 rubate gli permettono di essere nominato 'Miglior difensore' e 'Miglior giocatore' in assoluto, riconoscimento che hanno vinto in passato alcune stelle Nba quali Kevin Love e James Harden.

 

Dopo non essere stato scelto al draft Nba 2012, Gutiérrez alterna le sue apparizioni nella massima serie americana a varie esperienze in D-League, sempre nel roster dei Canton Charge: in 121 presenze nella lega di sviluppo americana il messicano produce 12 punti, 5 rimbalzi e 5,6 assist a partita.

 

Gutiérrez da qualche anno a questa parte è anche uno dei principali punti di riferimento della nazionale messicana, che ha rappresentato per 39 volte in sei competizioni Fiba: nel 2013 i suoi 9,6 punti e 2,5 assist a partita contribuiscono alla storica conquista della medaglia d’oro al Fiba Americas Championship, i giochi del continente americano che hanno aperto le porte del Mondiale 2014 al Messico.

 

La scorsa estate il Messico ha inoltre giocato a Torino il torneo pre-olimpico ed è stato eliminato in semifinale dagli Azzurri per 79-54.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 novembre - 04:01

Mentre dal 15 al 25 novembre i positivi comunicati da Fugatti e Segnana ai trentini sono passati da 3.099 a 2.461 quelli veri a Trento città sono passati da 2.240 a 2.500 e mentre il livello di contagio pare stabile i dati comunicati dalla Pat fanno salire enormemente il gap con tutti gli altri territori nel rapporto tra positivi e ricoveri, decessi e terapie intensive (dati, questi, che non si possono interpretare) e anche l'ex rettore Bassi conferma: ''Con impegno e costanza degni di miglior causa, il Trentino è riuscito a emergere nel panorama nazionale come una anomalia sempre più evidente''

26 novembre - 20:38

Sono 460 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 55 in alta intensità. Sono stati trovati 297 positivi a fronte dell'analisi di 4.323 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,4%

26 novembre - 19:51

Mentre i contagiati comunicati da Fugatti e Segnana sono in costante calo, superati quasi ogni giorno dai guariti, il dato completo che comprende anche gli antigenici è meno rassicurante

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato