Contenuto sponsorizzato

La Delta perde al tie break e scivola al quinto posto

Volley. La Trentino Rosa si arrende 3-2 contro Legnano. Non bastano le ottime prove di Aricò e Rebora

Una fase di gioco (foto Alessio Marchi)
Pubblicato il - 28 marzo 2017 - 20:20

TRENTO. La Delta Informatica si arrende al tie break contro Legnano, che blinda così il terzo posto in classifica, respingendo l’assalto della truppa gialloblù. Al sestetto di Ivan Iosi non bastano i 18 punti personali di Aricò (41% a rete) e i 17 di Rebora (60% in attacco, 2 muri e 3 ace) per raggiungere il successo, al cospetto di una Sab trascinata alla vittoria dai 26 punti di Mingardi e dai 15 di Coneo.

 

La sconfitta di domenica scorsa vede la Delta Informatica scivolare al quinto posto in classifica, con cinque lunghezze di vantaggio sull’ottavo posto.

 

Ivan Iosi si affida al sestetto tipo con Moncada in regia, Aricò opposto, Kijakova e Coppi schiacciatrici, Rebora e Fondriest al centro e Zardo libero.

Andrea Pistola, tecnico di Legnano, risponde con la recuperata De Lillis al palleggio opposta a Mingardi, laterali Coneo e Grigolo, al centro della rete l’ex Facchinetti e Furlan, libero Paris.

 

Dopo una fase iniziale di studio il primo break dell’incontro è di marca trentina: Aricò e Rebora spingono la Delta sull’11-8. Aricò continua il suo show personale in attacco spingendo le padrone di casa sul 17-11, prima del doppio ace di Rebora che sigilla in anticipo la frazione (21-11). Nel finale c’è gloria anche per Fondriest che firma il muro e l’attacco del definitivo 25-15.

 

Il secondo parziale inizia nel segno di Legnano: la formazione ospite si spinge sul 3-0. Le lombarde sono letali al servizio, ma Rebora riporta la Delta Informatica in parità (7-7). Legnano soffre i turni al servizio della Trentino Rosa (13-10). Le ospiti non si arrendono e impattano (17-17). Nella fase finale si gioca punto a punto, ma Grigolo chiude il set 25-23.

 

L'inizio del terzo set è equilibrato (8-8). Il servizio di De Lellis spinge Legnano fino all’11-8. Il break trentino arriva su servizio di Kijakova: Coppi e Aricò dicono 20-17. Aricò conferma la sua freddezza nei momenti cruciali anche in questa frazione tanto da permettere alla Delta di mantenere il vantaggio e Kijakova chiude i conti 25-21. 

 

La quarta frazione inizia in favore di Legnano (9-4). Un problemino al collo per Moncada costringe Ivan Iosi a giocarsi la carta Bortoli al palleggio. Legnano prende sempre più fiducia e non fallisce più un colpo (18-7). Legnano chiude velocemente il parziale (25-13).

 

Il tie break inizia in modo positivo per le ospiti (6-3). Al cambio campo Legnano continua a macinare gioco e Legnano allunga (11-6). Mingardi chiude la contesa sul 15-8.

 

DELTA INFORMATICA – SAB GRIMA LEGNANO 2-3

(25-15, 23-25, 25-21, 13-25, 8-15)

 

Delta Informatica Trentino: Moncada 1, Aricò 18, Kijakova 11, Coppi 10, Rebora 17, Fondriest 11, Zardo (L); Bogatec 1, Bortoli 0, Antonucci ne, Montesi 0. All. Ivan Iosi

Sab Grima Legnano: De Lellis 1, Mingardi 26, Coneo 15, Facchinetti 7, Furlan 9, Grigolo 13, Paris (L); Bossi 0, Muzi 0, Figini 0, Kosareva ne, Mazzotti ne. All. Andrea Pistola

Arbitri: Stefano Caretti e Alessandro Pietro Cavalieri

Durata set: 21’, 27’, 28’, 23’, 14’ (totale: 1h53’)

Note: spettatori 380 circa. Delta Informatica (attacco 57, muro 7, battuta 5, errori azione 12, errori battuta 14), Legnano (attacco 57, muro 11, battuta 3, errori azione 8, errori battuta 14)

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 gennaio - 19:47

Sono 279 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 40 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi, mentre sono 27 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

21 gennaio - 20:22

L'albergo su corso Rosmini nel centro storico della città della Quercia resta operativo e cerca di reggere un mercato profondamente stretto e diverso. Marco Zani: "Cerchiamo anche di mettere in rete le peculiarità della zona, la vicinanza del Monte Baldo, la Campana dei caduti e i musei, così come le tante possibilità offerte dalla Vallagarina. Ideato offerte speciali per fa lavorare anche il ristorante la sera"

21 gennaio - 17:58

Sono state registrare 26 dimissioni e 238 guarigioni. Cala il numero dei pazienti in ospedali. Analizzati oltre 4 mila tamponi. Sono state confermate 191 positività riscontrate nei giorni scorsi tramite test antigenico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato