Contenuto sponsorizzato

La fortezza dell'Appiano è inespugnabile, il Fiemme saluta i playoff

Hockey. La formazione di Chelodi si arrende 2-1 in gara 5 ed esce di scena dopo una serie equilibrata e incerta. L'Appiano raggiunge il Caldaro, mentre Milano e Merano compongono l'altra semifinale del campionato di serie B

Una fase del match tra Appiano e Fiemme (foto Georg Geiser)
Di Luca Andreazza - 19 marzo 2017 - 21:31

APPIANO. Anche l'ultima sfida mantiene il fattore campo e l'avventura del Fiemme si conclude nella fortezza dell'Appiano. Una serie equilibrata e bellissima arriva all'epilogo di una gara 5, intensa e sul filo del rasoio, che sorride agli alto atesini per 2-1. L'Appiano accede così al turno successivo dei playoff del campionato di serie B contro il Caldaro, mentre l'altra semifinale è composta da Milano e Merano.

 

L'inizio di gara è nervoso. Non trascorrono neppure quindici secondi che arrivano le prime due penalità: due minuti a Robert Raffeiner (Appiano) e Loris Vincenzi (Fiemme). Dopo un minuto e trenta secondi Daniele Delladio viene punito per holding e i trentini restano in inferiorità numerica. I padroni di casa non mancano l'opportunità e al secondo minuto di gioco Jan Waldner fulmina l'estremo difensore ospite per il vantaggio. Il Fiemme accusa il colpo, l'Appiano si galvanizza e inizia un monologo, ma Thomas Commisso disinnesca tutte le minacce. I trentini riprendono colore e portano qualche pericolo alla porta avversaria, ma il risultato non cambia. Le squadre hanno i nervi a fior di pelle e nel finale ci scappa qualche scorrettezza, come testimoniano inoltre le cinque penalità per formazione.

 

Il Fiemme ritorna sul ghiaccio concentrato per trovare il pareggio che arriva al minuto numero 26: Federico Gilmozzi conclude un'azione iniziata da Rudi Locatin e Paolo Nicolao e fa sobbalzare in piedi buona parte degli oltre 1.200 spettatori. Un trittico di penalità tra il 29'36'' e il 31'56'' comminate al Fiemme, lascia però i trentini in inferiorità numerica, che subiscono la rete di David Ceresa per il 2-1. La reazione della formazione di Chelodi è veemente e i gialloneri si riversano nella metà campo avversaria, ma Tomasi abbassa la saracinesca e blinda il risultato prima del riposo.

 

Nell'ultimo parziale il Fiemme prova a gettare il cuore oltre l'ostacolo e crea diverse buone occasioni, ma la difesa dell'Appiano è attenta. Nel finale i trentini si giocano anche la carta del portiere in movimento, ma a referto non viene inserito nemmeno una rete. Dopo l'uscita di scena del Pergine, anche il Fiemme è costretto ad alzare bandiera bianca ai quarti di finale playoff.  

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 05 agosto 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Sport
05 agosto - 20:44
Un timoniere dal talento unico e cristallino, il velista si è confermato tra i migliori interpreti della disciplina e Tita non ha mai nascosto [...]
Politica
05 agosto - 20:53
Ennesima protesta No-vax in piazza a Trento, presenti anche i consiglieri di Fratelli d’Italia Demattè e Rossato: “Siamo qui per dire no [...]
Cronaca
05 agosto - 20:26
Trovati 33 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 36 guarigioni. Ci sono 11 pazienti in ospedale, di cui 1 persona in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato