Contenuto sponsorizzato

L'ivoriano Latte Lath dal Beppe Viola alla rete contro la Juventus

Il fantasista ivoriano si è messo in luce nel torneo di Arco riservato alla categoria Allievi, decidendo la finale contro il Chievo Verona. In quell'edizione Latte Lath però non aveva brillato proprio contro la Rappresentativa del Trentino

Di Raffaele Dalledonne - "Ivo de Carneri" - 12 gennaio 2017 - 20:02

TRENTO. Il giovane classe 1999 Latte Lath ieri ha segnato la sua prima rete da professionista contro la Juventus in Coppa Italia e certamente la sua prestazione non è passata inosservata.

 

I trentini hanno già potuto apprezzare il talento del diciottenne ivoriano alla quarantacinquesima edizione del torneo Beppe Viola di Arco lo scorso inverno, quando fra le fila della formazione allievi dell’Atalanta, il fantasista ha affrontato la nostra rappresentativa nel girone di qualificazione. Una prova dove però Lath non ha lasciato il segno, tanto che ieri qualcuno dopo averlo riconosciuto, ha ricordato che contro i giovani del calcio trentino non era riuscito a segnare.

 

Lath, nonostante l’opaca prestazione contro la squadra di mister Visentini, ha dimostrato però il suo cristallino talento durante tutto il proseguimento del torneo. L'ivoriano si è reso inoltre assoluto protagonista fornendo un assist e segnando una pregevole rete in finale contro il Chievo Verona.

 

Latte Lath si accoda a quella nutrita truppa di aspiranti calciatori che ogni anno si mettono in mostra al torneo Beppe Viola per allievi e che vede partecipare non solo le migliori squadre italiane, ma anche formazioni internazionali.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 ottobre - 05:01

Il presidente dell'Ordine dei medici, Marco Ioppi: "Sulla scuola si deve agire in modo sartoriale caso per caso. Annullare i Mercatini è stata una scelta di buonsenso e prevenzione. La stagione invernale va attentamente pianificata e gestita"

21 ottobre - 19:49

Purtroppo si registra anche un nuovo positivo a Cembra Lisignago dove si era sviluppato il più grosso focolaio legato alla popolazione residente che ha un rapporto dell'0,85% di positivi per residenti. Dato più alto nel comune vicino, ad Altavalle (1% di popolazione positiva). Altri tre comuni sopra lo 0,75%

21 ottobre - 20:14

La notizia è stata battuta da Reuters e ripresa in tutto il mondo. Il fatto sarebbe avvenuto in Brasile e la conferma arriva dall'Università di San Paolo

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato