Contenuto sponsorizzato

Tredici trentini convocati per Park City ai Mondiali juniores e under 23

Sport invernali. Il contingente provinciale rappresenta quasi la metà dei 28 convocati per la kermesse iridata negli Stati Uniti

Il team Trentino del fondo
Pubblicato il - 31 gennaio 2017 - 18:33

TRENTO. Tredici sciatori appartenenti al Comitato trentino della Fisi si trovano a Park city negli Stati Uniti per difendere i colori dell'Italia ai Campionati Mondiali Juniores e Under 23 nelle specialità nordiche.

 

Il contingente trentino rappresenta quasi la metà dei 28 convocati azzurri nelle discipline dello sci di fondo, salto speciale e combinata nordica. Un risultato che evidenzia il lavoro impostato in questi anni all'interno del Progetto trentino azzurro mirato alla crescita dei giovani talenti dello sci provinciale.

Della squadra under 23 di fondo fanno parte i due fassani di Moena Caterina Ganz e Sebastiano Pellegrin, quindi i fiemmesi Ilenia Defrancesco, Monica Tomasini e Paolo Ventura. Per quanto riguarda invece la pattuglia juniores dello sci di fondo in gara i tre fiemmesi Simone Daprà, Stefano Dellagiacoma e Veronika Broll, quindi la molvenese Francesca Franchi.

Passando alla combinata nordica fra i cinque convocati ben tre sono trentini: Luca Gianmoena e Mirco Sieff di Varena e Giulio Bezzi di Cusiano in Val di Sole. Infine nel salto speciale gareggerà anche Giovanni Bresadola del Monte Giner, sempre di Cusiano.

 

Dopo la fase di qualifica il programma statunitense entra nel vivo da mercoledì 1 febbraio con le gare a skating juniores (10 chilometri per i maschi e 5 chilometri per le femmine), quindi il 2 febbraio la 10 chilometri femminile e la 15 chilometri maschile a skating under 23. Il 3 febbraio lo skiathlon juniores, quindi il giorno successivo spazio alla stessa specialità per gli under 23. Il sipario cala il 5 febbraio con le staffette.

La combinata nordica entra nel vivo il 2 febbraio con la team sprint e una gundersen il 4 febbraio.

 

Infine per il salto speciale il programma prevede il 1° febbraio l’individuale Hs100, quindi il 3 febbraio la gara a squadre.

 

FONDO UNDER 23: Caterina Ganz (Fiamme Gialle), Ilenia Defrancesco (Cs Esercito),Monica Tomasini (Cs Carabinieri), Manuel Perotti (Fiamme Gialle), Sebastiano Pellegrin (Gs Fiamme Oro), Daniele Serra (Cs Esercito), Stefan Zelger (Cs Esercito),Paolo Ventura (Cs Esercito).

 

FONDO JUNIORES: Anna Comarella (Gs Fiamme Oro), Martina Bellini (Cs Carabinieri), Cristina Pittin (Fiamme Gialle), Francesca Franchi (Fiamme Gialle), Veronika Broll (Cs Carabinieri), Simone Daprà (Fiamme Gialle), Luca Del Fabbro (Fiamme Gialle), Stefano Dellagiacoma (Fiamme Gialle), Mattia Armellini (Polisportiva Le Prese), Jean Luc Perron (Sc Valtournanche), Martin Cotadazzi (Cs Carabinieri).

 

COMBINATA NORDICA: Aaron Kostner (Sc Gardena), Luca Gianmoena (Us Lavazè Varena), Martin Taschler (Sc Dobbiaco), Giulio Bezzi (Gs Monte Giner), Mirco Sieff (Us Lavazè Varena).

 

SALTO SPECIALE: Alex Insam (Gs Fiamme Oro), Giovanni Bresadola (Gs Monte Giner), Manuela Malsiner (Sc Gardena), Lara Malsiner (Sc Gardena).

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.05 del 26 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 ottobre - 04:01

È stato lo stesso Fugatti ad ammettere “che non è esclusa l’impugnazione del Governo” e ancora una volta il Trentino ha scelto la via più facile, ma meno sicura, per arrivare allo scontro con il Governo. Se per impugnare l’ordinanza dell’Alto Adige (appoggiata da una legge) servirebbe un lungo e complicato ricorso, per disinnescare quella trentina basta una pronuncia del Tar

26 ottobre - 19:32

Ci sono 86 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 5 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 10 persone sono in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 113 positivi a fronte dell'analisi di 983 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi a 11,5%

26 ottobre - 18:58

I nuovi dati forniti dalla Provincia e dall'Azienda sanitaria dimostrano come l'allerta nelle Rsa rimane alta. Il direttore dell'Apss "Il focolaio maggiore è nella struttura di Malè" e accanto all'emergenza sanitaria c'è anche quella del personale  

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato