Contenuto sponsorizzato

Trento, Lagaria e Oltrefersina, si ritorna in campo

Rugby. Domenica 1 ottobre riprende il campionato di serie C2 e le novità sono tante. Il girone è tosto e saranno diverse le trasferte lunghe. Si riparte dal Trento che, sfumata la promozione all'ultima partita, troverà avversari ben più tosti, dal Lagaria alle prese con l'amalgama di diversi giocatori nuovi e dall'Oltrefersina che dopo un ottimo campionato cerca una stagione di conferme

Trento e Oltrefersina in azione nella stagione scorsa
Pubblicato il - 28 settembre 2017 - 20:31

TRENTO. E' finito il tempo della preparazione e ora si fa sul serio, domenica alle 14.30 ricomincia il campionato di Serie C2 del rugby. Tre le squadre trentine impegnate su questo fronte: Trento, Lagaria e Oltrefersina.

 

Si riparte dal Trento che, sfumata la promozione all'ultima partita, troverà avversari ben più tosti, dal Lagaria alle prese con l'amalgama di diversi giocatori nuovi e dall'Oltrefersina che dopo un ottimo campionato cerca una stagione di conferme.

 

Non ci sarà, invece, la Rotaliana che ha scelto di raggiungere la Benacense nel campionato amatoriale Uisp.

 

La nuova formula varata nei giorni scorsi dal Comitato Veneto prevede quattro gironi, composti da squadre del triveneto, pensati per alzare il livello generale di gioco e garantire un buon numero di partite a tutte le squadre, anche se questo comporta inevitabilmente trasferte più lunghe.

 

I primi tre raggruppamenti sono riservati alle 18 squadre che ambiscono al salto di categoria (Trento e Lagaria) e prevedono per le prime due classificate di ogni campionato un barrage promozione, il quarto (che comprende anche Oltrefersina e Alto Adige) comprende le 8 compagini che non possono o non hanno ambizioni di classifica.

 

Se si analizza la composizione dei tornei si prospetta un girone molto impegnativo per il Trento e ancor di più per il Lagaria, reduce dall'unione di forze con i Cedroni della Valle di Non. Entrambe le squadre, a corto di giocatori, hanno deciso di unire le forze e presentarsi assieme al via della stagione, novità che ha dato nuova vitalità ed entusiasmo a un ambiente che rischiava la depressione.

 

Entrambi i XV sono inseriti nel girone 1 in compagnia di Rovigo Delta cadetta, Altovicentino, Scaligera Valeggio e Piazzola: questo significa dieci partite davvero impegnative e di alto livello.

 

L'inizio per i neroverdi sarà particolarmente duro. Ci sarà prima da amalgamare un gruppo, affiatare la squadra e assimilare le giocate, tutti aspetti che comportano del tempo. A questo si aggiunge che il calendario non è stato galantuomo: le prime tre partite per gli uomini di Zampini non sono per nulla facili: domenica se la vedranno a Livo contro Rovigo Cadetta, quindi incontreranno in serie Trento e Altovicentino per un impatto che metterà subito alla prova la tenuta psicologica della compagine.

 

Meno complicato l'avvio per Cuka e compagni che avranno due partite casalinghe domenica con l'Altovicentino e il 15 ottobre contro il Piazzola intervallate dal derby.

 

Girone tutto diverso per l'Oltrefersina, ma non meno impegnativo, vuoi per il numero di squadre, otto, vuoi per alcune trasferte piuttosto lunghe. I rossoverdi sono inseriti nel girone 'mantenimento', cioè composto esclusivamente da quelle squadre che non sono interessate al salto di categoria, che vede il ritorno dell'Alto Adige, West Verona, Rosolina, Vicenza, Sile, Montereale ed Este.

 

Proprio la formazione padovana ospiterà domenica i valsuganotti i quali potranno, a differenza di Trento e Lagaria, pensare soltanto a giocare senza tenere troppo conto della classifica ma crescere sotto ogni punto di vista e attirare ancora più gente alle partite casalinghe.

 

Domenica 1 ottobre:

Serie C2 maschile, girone 1 (ore 14.30)

Lagaria – Rovigo Cadetta (a Livo)

Trento – Altovicentino

 

Serie C2 maschile, girone 4 (ore 14.30)

Este - Oltrefersina

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 febbraio - 05:01

Un’operatrice di Rsa ha contratto il coronavirus nonostante fosse già stata sottoposta alla seconda dose di vaccino a fine gennaio, ecco perché può accadere ma allo stesso tempo è importante parlarne. Ferro: “Siamo a conoscenza del caso e lo stiamo seguendo, non è la prima volta che succede e si tratta di una situazione attesa nel senso che il vaccino ha un’efficacia del 95%”

25 febbraio - 20:21

Sono 204 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 36 pazienti sono in terapia intensiva e 43 in alta intensità. Oggi comunicati 3 decessi. Sono 85 i Comuni che presentano almeno una nuova positività

25 febbraio - 20:46

L'allerta è stata lanciata intorno alle 19 sotto il rifugio Marchetti. La macchina dei soccorsi è entrata subito in azione per il timore che potessero esserci persone travolte e sommerse dalla neve

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato