Contenuto sponsorizzato

Che tipo di visto è necessario oggi per entrare negli Stati Uniti?

Qualunque sia il tuo progetto, è necessario prestare sempre la massima attenzione, per evitare di arrivare all’imbarco in aereo senza disporre dei documenti giusti. Gli Stati Uniti rappresentano un paese un po’ complesso, per tale ragione è importante muoversi in anticipo

Pubblicato il - 20 marzo 2021 - 11:22

TRENTO. Vuoi visitare gli Stati Uniti e non sai come si richieda il visto turistico? Devi trasferirti per diversi mesi in occasione di un periodo di studio o di lavoro? Hai bisogno di sapere come si ottiene un visto per soggiornare negli Usa oltre tre mesi?

 

Qualunque sia il tuo progetto, è necessario prestare sempre la massima attenzione, per evitare di arrivare all’imbarco in aereo senza disporre dei documenti giusti. Gli Stati Uniti rappresentano un paese un po’ complesso, per tale ragione è importante muoversi in anticipo.

 

Il visto per gli Stati Uniti si può richiedere facilmente anche online, ma è necessario capire con esattezza di quale genere di visto si abbia bisogno. Infatti, se per i brevi viaggi, le visite ad amici e parenti e il turismo in genere si può procedere direttamente con l’autorizzazione Esta, per i soggiorni prolungati e giustificati da motivi professionali o di studio, il metodo è differente.

 

Quando è sufficiente l’autorizzazione Esta. In alcuni casi in alternativa al visto tradizionale è sufficiente presentare l’autorizzazione Esta. Si tratta di una specie di visto digitale che viene rilasciato in abbinamento al numero del passaporto biometrico e tramite una procedura online.

 

Per ottenerlo occorre dimostrare il proprio stato personale, professionale e giudiziario e versare un contributo direttamente durante la richiesta. Chiaramente non è detto che si riesca ad ottenerlo, in ogni caso è utile per i viaggi in cui si prevede un soggiorno non superiore ai tre mesi e privo di ragioni dovute allo studio o al lavoro.

 

Una volta inoltrata la richiesta, la risposta affermativa o negativa viene fornita entro 72 ore. In caso di risposta positiva, l’Esta sarà disponibile direttamente presentando il proprio passaporto biometrico, fino al giorno della scadenza. La durata è di due anni, si possono quindi effettuare diversi viaggi che comunque non devono mai superare i tre mesi.

 

Altre modalità di richiesta e ottenimento del visto. Per raggiungere gli Stati Uniti si possono richiedere, in alternativa all’Esta, i visti B1 e B2, che si riferiscono ai viaggi di lavoro e ai soggiorni dovuti principalmente per cause sanitarie. Anche se il visto B2 in realtà può essere utilizzato comunque per motivi turistici.

 

La necessità di richiedere un visto di questo tipo in alternativa all’autorizzazione Esta è principalmente la durata del proprio soggiorno: con l’Esta infatti è possibile trattenersi negli Stati Uniti per un periodo non superiore ai tre mesi, mentre con i visti B1 e B2 il viaggio può prolungarsi oltre questo limite.

 

Il visto B2 viene utilizzato spesso anche dai turisti che per qualche ragione non sono riusciti ad ottenere l’autorizzazione Esta. Ovviamente, anche in questo caso si tratta di visti che prevedono un soggiorno temporaneo negli Stati Uniti: qualora la necessità fosse quella di ottenere una residenza per più mesi o addirittura anni, non sono da ritenersi validi.

 

Anche in questo caso è possibile rivolgersi a servizi online che mettono a disposizione tutta la modulistica necessaria per richiedere i visti e di inviare direttamente la richiesta online.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 maggio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
13 maggio - 06:01
Sono un migliaio i pazienti guariti e successivamente monitorati dalla dottoressa Susanna Cozzio dell'Unità operativa medicina interna di [...]
Cronaca
13 maggio - 07:33
La decisione è arrivata nella serata di ieri dal Servizio strade della Pat dopo il distacco di alcuni calcinacci dal soffitto della galleria. Ora [...]
Cronaca
12 maggio - 20:36
Trovati 71 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 60 guarigioni. Sono 859 i casi attivi sul territorio provinciale
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato