Contenuto sponsorizzato

Antartide, la temperatura ha raggiunto i 20,75 gradi: è la più alta mai registrata

In una settimana sul continente antartico sono stati battuti ben due record: quello della temperatura più alta mai registrata sul continente e quella più elevata di sempre, rilevata su Seymour Island. Oggi la massima prevista per Trento è di 14 gradi

A sinistra lo scioglimento della piattaforma di Larsen foto Di Robert A. Rohde, Wikipedia. A destra una stazione meteorologica, Wikipedia
Di Tiziano Grottolo - 14 febbraio 2020 - 11:11

TRENTO. La notizia risale a domenica scorsa, 9 febbraio, ma si sta diffondendo solo ora: in Antartide sono stati registrati 20,75 gradi Celsius (o centigradi). Si tratta della temperatura più alta mai rilevata sul continente dell’emisfero australe (dove al momento è estate), il termometro infatti non era mai salito sopra i 20 gradi. Per dire la massima prevista per oggi a Trento è di 14 gradi centigradi.

 

In questo periodo dell’anno, in Antartide sta operando un gruppo di scienziati brasiliani impegnati proprio in questo tipo di rilevazioni. La temperatura record è stata registrata su Seymour Island, un’isola che fa parte di un arcipelago composto da altre 16 isole che si trovano vicino alla Terra di Graham, la lingua di terra dell’Antartide continentale più vicina al Sud America.

 

Nei giorni scorsi gli stessi scienziati avevano registrato altre temperature eccezionali che hanno fatto segnare un nuovo record, i 18,3 gradi rilevati nella base di ricerca argentina Esperanza infatti sono la temperatura più alta mai registrata sul continente antartico.

 

Secondo quanto riferisce l’Organizzazione meteorologica mondiale, negli ultimi decenni le temperature antartiche sono salite in maniera costante, crescendo di almeno 3 gradi e provocando in questo modo lo scioglimento dei ghiacci che ricoprivano il 98% del continente. In particolare, secondo gli esperti questo fenomeno ha subito una drastica accelerazione negli ultimi 12 anni.

 

L’esempio lampante del ritiro dei ghiacci sul continente è rappresentato dallo scioglimento della piattaforma di Larsen, causato proprio dall’innalzamento delle temperature. La Piattaforma sta letteralmente collassando per via del troppo caldo che ha formato anche alcuni laghi in superficie. Si stima che tra il 1995 e il 2001 la piattaforma abbia perso 2500 chilometri quadrati di superficie, facendo ridurre la sua dimensione di circa il 40%.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 febbraio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 febbraio - 05:01

In Trentino il responsabile della protezione civile Cesarini Sforza non si mostra preoccupato mentre la Regione Veneto ha approvato misure straordinarie per fronteggiare eventuali incendi. Un documento dà delle linee di azione anche per gli effetti delle pullulazioni di bostrico sul pericolo di incendi boschivi

18 febbraio - 19:06

Uno dei fattori limitanti di questa specie sono sostanzialmente le basse temperature invernali. Quest'anno però il clima è stato mite. Zanghellini: ''Negli ultimi anni l'aumento delle temperature ha anticipato il ciclo vitale di questo animale" 

18 febbraio - 15:17

E mentre la colonnina di mercurio è salita, un iceberg di 300 chilometri quadrati, paragonabile alle dimensioni di Malta, si è staccato dal ghiacciaio Pine Island. E mentre anche in Trentino si decide di investire milioni di euro su impianti anche sotto i 1.000 metri come a Bolbeno il noto climatologo spiega: ''La neve c'è oltre i 2 mila metri, mentre più in basso i paesaggi sono primaverili. Gli investimenti non dovrebbero più andare solo sullo sci''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato