Contenuto sponsorizzato

Monte Bianco, recuperate 8 tonnellate di ferraglia, cavi e rottami dopo lo scioglimento della neve

Quattro giorni di pulizie no stop per la Compagnie du Mont Blanc. Dopo l'innalzamento delle temperature dei giorni scorsi, sono riemerse dalla neve grandissime quantità di rifiuti e rottami. L'operazione di recupero si è concentrata nei pressi della funivia panoramica 

Di Lucia Brunello - 25 settembre 2020 - 10:56

MONTE BIANCO. 4 giorni no stop di grandi pulizie sul monte più alto d'Italia per la Compagnie du Mont-Blanc. Durante l'operazione sono stati raccolti rottami, ferraglia, cavi e simili, che si trovavano sepolti sotto la neve, per un peso totale di ben 8 tonnellate. 

 

Si tratta di un'azione messa in atto con il fiero scopo di preservare la montagna (per quanto possibile) e il suo ambiente naturalmente incontaminato. 4 persone sono state mobilitate per il lavoro, in seguito ad un recente innalzamento delle temperature, e quindi allo scioglimento della neve, che ha permesso ai rifiuti di emergere.

Le operazione di pulizia si sono concentrate nei pressi della funivia panoramica, sulla sommità del Rognon, tra il ghiacciaio del Géant e la valle della Blanche.

 

"Un grande ringraziamento va al personale mobilitato in questa operazione di pulizia, che dimostra l'impegno della Compagnie du Mont Blanc e dei suoi team per la salvaguardia degli ambienti eccezionali in cui operano ogni giorno", è quanto ha scritto la Compagnie sul suo profilo twitter.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 ottobre - 10:55

Un trend che si conferma alto in provincia di Bolzano. Sono stati analizzati 2.566 tamponi, 298 i testi risultati positivi per un rapporto contagi/tamponi che sale all'11,6%. Quasi 7 mila persone sottoposte a misure di isolamento

29 ottobre - 11:22

L'area è blindata e la polizia è riuscita a ferire e fermare l'assalitore. E' il terzo attacco in poco più di un mese dalla ripubblicazione delle caricature di Charlie Hebdo

29 ottobre - 04:01

Lo studio esclusivo condotto da 4 università (fra cui Trento) e dal Policlinico San Matteo di Pavia mostra cosa accadrà se le misure dell’ultimo Dpcm non dovessero frenare i contagi: “La crescita esponenziale dei positivi trascinerà con sé quella delle terapie intensive e dei decessi, le strutture sanitarie saranno messe in ginocchio

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato