Contenuto sponsorizzato

''Il muro al muro'' a palazzo Thun: niente più guerre, niente più muri, un mondo unito

Per andare in Germania dell’Ovest sono morte più di 200 persone. L’8 marzo 1989 l’ultimo, Winfried Freudenberg, fugge con una mongolfiera, finirà tragicamente il suo incredibile volo. Cosa resta del muro di ricordi, di conflitti che ancor oggi ci vedono protagonisti?
Dal blog di Alda Baglioni - 06 aprile 2019 - 19:30

Uno slogan popolare diventa arte. Nella East Side Gallery, la più lunga galleria d’arte all’aperto del mondo a Berlino spicca la frase in inglese: “No more wars - No more walls - A united world", 13 agosto 1961-9 novembre 1989, si riaprono le frontiere.

 

Per andare in Germania dell’Ovest sono morte più di 200 persone. L’8 marzo 1989 l’ultimo, Winfried Freudenberg, fugge con una mongolfiera, finirà tragicamente il suo incredibile volo.

 

Cosa resta del muro di ricordi, di conflitti che ancor oggi ci vedono protagonisti? Event Art, associazione culturale trentina, propone a Palazzo Thun, sede del comune di Trento la rassegna “Il muro al muro".

 

E’ il trentesimo anniversario della caduta del Muro di Berlino. Gli artisti che hanno vissuto direttamente e non l’evento ricordano e si esprimono liberamente.

 

La costruzione di un muro di legno, a palazzo Thun, dipinto dagli undici artisti locali ed internazionali, sarà la metafora della memoria collettiva che in ogni mattone si mostrerà con un nome dipinto. Il pubblico potrà portarsi a casa una parte di muro, per possedere un segno di condivisione.

 

Per ricordare, discutere, cercare nuove strade che risolvano i conflitti, focolai di odio fra razze, fra fratelli, niente più femminicidi. Perché l’Arte unisce. L’ha dimostrato Allan Kaprow, uno dei fondatori dell’happening, con “Sweet woll”.

 

 “Per ogni muro che cade ne sorge uno nuovo…” dice l’artista Gentile Polo, si riferisce a Donald Trump, con la questione messicana, ma ce ne sarebbero molti altri di esempi anche in Italia.

 

Gli artisti trentini saranno affiancati durante l’evento, da artisti tedeschi: il berlinese Gunther Schaefer con foto storiche, con quadri commemorativi: Jorg Weber, Gabriel Heimler, Kani Alavi (persiano), Fulvio Pinna (sardo), che hanno dipinto sul muro della East Side Gallery. E poi, il friulano Sandro Ramani, Rita De Mattio, Edgar Caracristi, Claudio Cavalieri, Gentile Polo e Antonello Serra. Paul Sark Angelo Magro i performers.

 

“IL MURO AL MURO”- Palazzo Thun a Trento -

Inaugurazione 5 aprile ore 18- fino al 21 aprile.

Patrocinio del Comune di Trento - Vini dell’Azienda Agricola Betta Luigi con il Teroldego Doc

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 giugno 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 giugno - 22:13

Dopo una mattinata dedicata alle celebrazioni in onore di San Vigilio, la Disfida regala ancora un grande spettacolo prima dei fuochi d'artificio a chiudere la kermesse numero trentasei

26 giugno - 21:03

Dal Comune all'Apt, da Trentino Marketing alla Provincia, c'è grande amarezza per il passo indietro dei giallorossi a 72 ore dal raduno. Si valutano quali clausole dell'accordo salvare, ma le penali si aggirano intorno ai 400 mila euro, cioè il costo del ritiro, che sarebbe stato quattro volte tanto rispetto a due anni fa 

26 giugno - 17:12

A Rovereto sono stati raggiunti quasi i 38 gradi ma per colpa dell'umidità la temperatura percepita è più alta. Fridays For Future Trento propone un appello di 5 punti su cui basare le conseguenti azioni: formazione, stop alle grandi opere, stop alla cementificazione incontrollata, tutela dei beni comuni e riduzione dell'uso dei pesticidi.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato