Contenuto sponsorizzato

Dallo 0 dell'Ozolo Maddalene al 10 del Nago Torbole, il pagellone del calcio trentino dell'ultimo week end

La reazione del Mezzocorona vale un 9, il black out del Sacco S. Giorgio invece un 2. Caffarese promossa, Gardolo bocciato. Ecco i voti dell'ultimo turno di campionato di Marco Zonca
Foto FootballHazard Studio
Dal blog di FootballHazard Studio - 17 ottobre 2017 - 11:39

Le compagini trentine impegnate in serie D portano a casa un punto: il Dro Alto Garda rimonta, pareggia e trova il primo punticino in trasferta, il Levico Terme non demerita ma perde, riposa il Trento (Qui articolo). In Eccellenza vince il Calciochiese che sale così al quarto posto. L'Arco espugna il campo del Naturno, il Lavis batte il Termeno, mentre la Benacense butta via la vittoria.  Comano e Anaune si arrendono a S. Giorgio e S. Paolo (Qui articolo).

 

In Promozione ritorna a vincere l'Aquila Trento, mentre Rotaliana e Nago Torbole non sbagliano (Qui articolo). In Prima categoria mantengono la vetta Tione e Borgo, la Ravinense si inceppa ancora. Primo stop per la Ledrense. Nel big match il Rovereto si sveglia gli ultimi cinque minuti e rimonta il Sacco S. Giorgio (Qui articolo). In Seconda categoria le squadre in vetta vincono tutte (Qui articolo).

 

Voto 10 al Nago Torbole che non si ferma più

Chiami Nago Torbole, risponde 0-4. Vittoria esaltante dei ragazzi di mister Ischia che schiacciano il malcapitato Cavedine Lasino e rafforzano il secondo posto alle spalle della Rotaliana. Il trio Barletta-Marchione-Santuliana sta letteralmente trascinando la propria squadra e di questo passo dovremmo chiamarlo la BSM.

(Foto FootballHazard Studio)
Voto 9 alla reazione del Mezzocorona

Sotto dopo 5 minuti, la formazione di mister Pistolato reagisce con rabbia nel posticipo del girone C di seconda categoria. Non un solo top player, ma grazie agli innesti portati dal neo Ds Volani è stata costruita una squadra su misura per l'allenatore scelto dalla società per riportare Mezzocorona ai fasti di un tempo e non alle figuracce fatte dalla fallita Ac Mezzocorona. In poco più di un tempo Filippi, Andreatta, un doppio Furlan e Hila chiudono la pratica Masen e tengono il passo della capolista Paganella, altra squadra che continua a stupire in questo avvio di stagione.

(foto di Renetta Studio)
Voto 8 alla Caffarese: otto come le reti realizzate da Marco Fusi

"Intervengo da Ponte Caffaro, Marco Fusi ha fatto gol!": questo potrebbe essere il nuovo coro per i tifosi gialloverdi bresciani da dedicare al loro sempreverde bomber Marco Fusi. Il 4-0 alla matricola Invicta Duomo dimostra la forza di una squadra che sta crescendo ogni giornata e dopo la sconfitta contro la capolista Tione non si è più fermata.
Il capocannoniere del girone e una squadra compatta sono un mix perfetto per poter sognare in grande.

Voto 7 all'Alta Anaunia di Callovini e alle due vittorie consecutive

Seconda vittoria consecutiva per la formazione di Ronzone in quel di Vigo di Fassa. Un super Callovini trascina i suoi con le sue giocate, la sua intelligenza tattica e soprattutto i suoi gol. Mister Bellinato può essere soddisfatto e la via per la salvezza passa da vittorie come quella contro il Fassa, squadra che sta facendo molto bene in Coppa Provincia.

(Foto FootballHazard Studio)
Voto 6 al compitino della Rotaliana
Squadrone indiscusso che guida la classifica della Promozione, però anche nelle favole più belle c'è sempre un "ma": quello della formazione di Mezzolombardo si chiama vittoria di misura. In sette giornate fin qui disputate la formazione di mister Baldo ha vinto per sei volte e sempre di misura, tre volte per 1-0. Non importa chi ci sia davanti, se una contendente al titolo o una squadra che punta alla salvezza, la certezza sarà sempre e comunque la vittoria per un solo gol di scarto. Fino a quando le cose vanno bene la Rotaliana continuerà a vincere, ma per proseguire una stagione al vertice serviranno anche vittorie nette così da non rilassarsi negli scontri diretti o sui crocevia fondamentali. Il rischio? Pareggiare come contro l'Alense una partita giocata bene ma con quei gol che mancano nella casella delle reti fatte.

(foto Barsportitalia.it)
Voto 5 ai 5 punti della Settaurense

Dopo una retrocessione è sempre difficile ripartire ma i 5 punti raccolti fino ad ora conditi con un solo punto raccolto in casa stanno facendo suonare diversi allarmi e l'ultimo 0-2 subito dalla Cristo Re conferma il trend negativo dei biancoverdi. Negli anni diverse squadre retrocesse dalla Promozione hanno compiuto il doppio salto verso il basso, o direttamente o in un paio di anni: per ovviare a questo la formazione di Storo dovrà lavorare molto sull'approccio alle partite, perché i punti persi in casa sono sintomo di poca fiducia e potrebbero davvero pesare a fine stagione.

(Foto FootballHazard Studio)
Voto 4 agli ultimi due risultati del Gardolo
Dopo l'ottimo avvio di stagione da parte di ragazzi di mister Laratta e la grande vittoria contro il quotato Mori Santo Stefano, arrivano due risultati inaspettati contro due contendenti alla salvezza. La sconfitta di misura contro la Virtus Trento e lo stop casalingo per 0-3 inflitto dal Volano hanno il sapore amaro dei punti persi. Nel prossimo turno altro match caldissimo per i gardolotti che saranno di scena alla Bombonera di Pergine, dove sarà vietato sbagliare per non entrare in una pericolosa crisi.

(Foto Barsportitalia.it)
Voto 3 al Carisolo
Una partita da recuperare e il riposo già effettuato possono essere le possibili cause dell'ultimo posto nel girone A di seconda categoria, ma il 5-0 subito dall'Avio sembra una sentenza ben più grave. Nonostante questo pesante passivo le reti subite sono soltanto 11, quindi ritrovare la compattezza difensiva e affidarsi a bomber Mariotti potrebbe essere la strada giusta per rialzarsi.

(Foto FootballHazard Studio)
Voto 2 agli ultimi 5 minuti del Sacco San Giorgio
In vantaggio al Quercia per 0-2 grazie ad una prestazione super di Garniga, al minuto 85 l'arbitro assegna un rigore. Sul dischetto va Dacroce che spiazza Deromedi. Al 90° succede l'impensabile fino a 5 minuti prima: il neo entrato Fazzi ha una gran voglia di dimostrare di non valere la panchina e con un diagonale perfetto pareggia il sentitissimo derby.
Bravissimi i bianconeri a crederci, ma spegnere così la luce a 5 minuti dall'obiettivo e dal possibile sorpasso in classifica e l'aggancio della capolista Ledrense sono un vero suicidio.

(Foto FootballHazard Studio)
Voto 1 alla crisi della Baone

Vittoria del campionato sfiorata a suon di gol di Foued nella passata stagione, un solo punto in questo avvio di campionato dopo diverse partenze e un deciso cambio societario: questo è il riassunto che fa scattare la crisi giallorossa che cade nuovamente in casa contro un cinico Aldeno. Fortunamente per loro le squadre davanti non corrono, ma per sorpassarle in classifica servono punti e soprattutto vittorie.

(Foto FootballHazard Studio)
Voto 0 allo 0-6 dell'Ozolo Maddalene
La salvezza ottenuta la scorsa stagione grazie all'assenza dei playout deve aver adagiato la squadra di Cloz, senza dimenticare partenze importanti e la cessata attività di vari giocatori importanti per questa rosa.
Lo 0-6 inflitto dall'Ortigaralefre in terra amica sottolinea soltanto il pessimo avvio di stagione e a quasi metà andata ci si aspetta una reazione convinta e decisa da parte della formazione targata Silvestri.

 

(di Marco Zonca)

 

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 dicembre 2018
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 dicembre - 01:45

Nel pomeriggio di ieri il feretro era arrivato a Ciampino e in serata il viaggio da Roma a Verona da dove poi è stato scortato fino a Trento dalle forze dell'ordine. I funerali si terranno giovedì alle 14.30

18 dicembre - 16:12

All'aeroporto il presidente della Provincia Maurizio Fugatti assieme al capo dello Stato Sergio Mattarella. Ad accompagnare il feretro di Antonio da Strasburgo a Roma il padre e la fidanzata

18 dicembre - 20:58

Dopo la netta chiusura di consiglieri leghisti e assessori alcuni cittadini hanno cominciato a raccogliere le firme per sostenere la Natività realizzata su una zattera: crediamo che la comunità trentina, che da sempre si testimonia accogliente, potrà riflettere su questo presepe che parla un linguaggio finalmente attuale'' 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato