Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, calo della domanda di carni bovine. La chiusura dei locali frena anche il mercato in Olanda, Francia e Germania

Il fatto ha conseguenze negative anche sugli allevamenti di bovini del Trentino dai quali provengono ogni settimana alcune decine di vacche a fine carriera avviate per la macellazione ad un centro industriale privato che si trova in provincia di Mantova
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 02 April 2020

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

La carne di vitellone o di scottona (femmina) si acquista in macelleria o nei supermercati e quindi non ha subito calo di prezzo, ma di domanda dovuta all’isolamento obbligatorio in casa e conseguente minor consumo.

 

A perdere valore commerciale (50 centesimi a chilo peso morto) è stata invece la categoria delle vacche da macello.

 

Fabio Stancher, responsabile commerciale della Federallevatori spiega che la carne di questa categoria di bovini si vende solo in parte nelle macellerie.

 

La quantità maggiore si esporta in Olanda, Francia e Germania ed è utilizzata nei ristoranti tipo McDonald per la preparazione di hamburger.

 

Questi locali sono stati chiusi al pubblico a causa del coronavirus.

 

Il fatto ha conseguenze negative anche sugli allevamenti di bovini del Trentino dai quali provengono ogni settimana alcune decine di vacche a fine carriera avviate per la macellazione ad un centro industriale privato che si trova in provincia di Mantova.

Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
16 aprile - 17:39
Il grave incidente è avvenuto intorno alle 16.30 all'altezza di Avio. E' il terzo incidente di questo tipo in poche ore
Cronaca
16 settembre - 15:56
Altro durissimo colpo per la Giunta leghista capitanata dal presidente Maurizio Fugatti: il Tar di Trento ha accolto la richiesta di sospensiva [...]
Cronaca
16 aprile - 16:14
Nelle ultime 24 ore sono state registrati 63 nuovi contagi a fronte di 1.966 tamponi per un rapporto contagi/test del 3,6%
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato