Contenuto sponsorizzato

Dalla corolla a forma di farfalla alla formazione di cristalli, il miele di acacia in Valsugana

Il miele di acacia è  prodotto dalle api che raccolgono nettare dai fiori. E’ di colore molto chiaro, aroma leggero, sapore molto dolce
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 25 aprile 2017

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Il miele di acacia è  prodotto dalle api che raccolgono nettare dai fiori. E’ di colore molto chiaro, aroma leggero, sapore molto dolce.

 

Rimane limpido a lungo e può intorbidirsi leggermente a causa della formazione di cristalli, ma il fenomeno è raro.

 

La zona tipica per il miele di acacia in Trentino è la Valsugana.

 

I fiori dell’acacia sono riuniti in un’infiorescenza a grappolo.

 

Se piove a lungo, non si aprono impedendo alle api di arrivare con la ligula in fondo alla corolla per succhiare il nettare. La corolla è formata da cinque petali e quando è aperta assomiglia a una farfalla.

 

Per questo la famiglia botanica alla quale appartiene l’acacia prende il nome di Papilionacee dal francese papillon. Il nome più comune è però Leguminose.

Ultima edizione
Edizione del 27 novembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
28 novembre - 20:00
Trovati 111 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 33 guarigioni. Sono 50 i pazienti in ospedale. Sono 835.235 le dosi di [...]
Cronaca
28 novembre - 18:26
Il presidente di Patrimonio del Trentino Spa, Andrea Villotti, avrebbe preso in consegna una Porsche Macan da 90mila euro sequestrata [...]
Cronaca
28 novembre - 18:20
Sono diversi gli interventi messi in campo dai vigili del fuoco dell'Alto Adige a causa della neve. L'appello ai guidatori è quello di fare [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato