Contenuto sponsorizzato

E' iniziata la molitura del nostrano di Storo. Erano 320 gli ettari coltivati a mais nel 2019

La granella fresca è sottoposta a controlli di qualità (presenza di muffe da micotossine) e quindi essiccata mediante flusso di aria calda e stoccata in silos di conservazione. La cooperativa dispone di 13 silos della capacità di 980-1000 quintali
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 01 marzo 2020

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

La molitura della granella di mais nostrano di Storo è iniziata a metà febbraio ed è affidata al mulino di proprietà della cooperativa Agri ’90 messo in funzione 8 anni fa e ancora perfettamente funzionante.

 

Gli ettari coltivati a mais nostrano nella stagione 2019 erano 320. Da 1 ettaro si ricavano 35-40 quintali di granella che gli agricoltori consegnano alla cooperativa.

 

La granella fresca è sottoposta a controlli di qualità (presenza di muffe da micotossine) e quindi essiccata mediante flusso di aria calda e stoccata in silos di conservazione.

 

La cooperativa dispone di 13 silos della capacità di 980-1000 quintali.

 

La molitura è programmata secondo l’andamento delle vendite di farina.

 

Il mulino ha una capacità di lavoro di 12 quintali di granella ad ora. L’operazione di molitura è gestita da un solo addetto che si occupa anche del confezionamento della farina in contenitori standard da 1 chilo. 

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 ottobre - 12:19

Stagione invernale a rischio, con il nuovo Dpcm il Governo ha disposto la chiusura degli impianti nei comprensori sciistici che potranno essere utilizzati solo dagli atleti professionisti e di interesse nazionale. Gli sciatori amatoriali dovranno sperare in un eventuale vai libera del Comitato tecnico-scientifico

25 ottobre - 11:57

In Provincia di Bolzano non si fermano i contagi, nell’ultima settimana sono stati registrati 1.615 casi (339 solo quelli delle ultime 24 ore). Altre 14 persone hanno dovuto ricorrere alle cure ospedaliere. Il rapporto contagi/tamponi si attesta al 12.3%, 2.753 quelli analizzati dall’azienda sanitaria

25 ottobre - 11:02

Il Governo ha affrontato con fermezza le Regioni: confermate quasi tutte le disposizioni presenti nella bozza. Fra le attività sospese ci sono palestre, piscine, centri benessere, ma anche spettacoli e sale slot. Non è previsto nessun lockdown ma si “raccomanda” di evitare gli spostamenti non necessari

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato