Contenuto sponsorizzato

Floricultori al servizio del turismo, una legge da anni inattuata

Una legge votata dal consiglio provinciale nel 2016 mirava ad incentivare il collegamento tra aziende florovivaistiche e territorio soprattutto nelle zone turistiche. Fino ad oggi, però, si è fatto poco
Foto da internet
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 01 luglio 2020

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Disciplina della floricoltura nella provincia di Trento” è il titolo di una legge votata all’unanimità dal Consiglio provinciale nel 2016, rimasta in buona parte inattuata.

 

Il filo conduttore della legge era il connubio fiore-ambiente-turismo-cultura. Tradotto nella pratica significava incentivare il collegamento tra aziende florovivaistiche e territorio soprattutto nelle zone turistiche. Allestimento di aiuole, balconi fioriti, percorsi naturalistici, visite alle aziende.

 

Promotore sul piano tecnico della legge è stato il perito agrario Umberto Viola che per più di 30 anni ha svolto attività di consulenza alle aziende florovivaistiche in veste di dipendente dell’Esat e dell’Istituto Agrario di S. Michele.

 

In occasione di recenti visite sul territorio trentino il tecnico ha rilevato uno stato di generale incuria del verde urbano e la povertà di fiori sui balconi di case private e all’esterno degli alberghi. E’ quindi fondata la sua proposta di ridare vita alle iniziative proposte dalla legge. Questo accanto anche alla necessità di un intervento di aiuto finanziario che dovrebbe arrivare dalla Pat. 

 

L’iniziativa dovrebbe partire da Aflovit e dalla Fondazione Mach che gestisce il corso biennale per tecnico superiore del verde.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 07 agosto 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

09 agosto - 05:01

In un Paese come la Germania sono gli stessi elettori a pretendere serietà dai loro rappresentanti e così per il numero 1 della Repubblica Federale tedesca non c'è stato altro da fare (soprattutto in questo momento difficile dove il Covid sta tornando e in Spagna e Francia si parla già di seconda ondata). In Italia, le cose, vanno diversamente

09 agosto - 09:27

Il fatto è avvenuto nella notte tra sabato 8 agosto e domenica 9 a Ossana, in Val di Sole. Una discussione degenerata è stata sedata da due militari presenti sul posto in abiti civili. Identificatisi ai giovani protagonisti della zuffa, uno dei due carabinieri è stato raggiunto da un pugno di uno di questi, che successivamente ha cercato la fuga. 5 le persone identificate, tra cui dei minorenni. Rischiano fino a 5 anni di reclusione per rissa aggravata

09 agosto - 08:59

Una forte scossa di terremoto con epicentro la località tirolese di Landeck è stata avvertita nella serata di sabato 8 agosto. Secondo l'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia avrebbe raggiunto una magnitudo di 3.6

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato