Contenuto sponsorizzato

Fondazione Mach, sfuma il progetto Human Technopole

Nell’area occupata da Expo Milano doveva sorgere un articolato complesso di strutture e laboratori di ricerca che avrebbero ospitato i migliori esperti in materia di salute dell'uomo, della biodiversità e delle piante. Tre ambiti racchiusi nella sigla One Health Centre
Dal blog di Sergio Ferrari - 19 aprile 2018 - 22:37

Tra le ricadute positive dell’Expo di Milano 2015 merita evidenza la nascita di un progetto scientifico intitolato Human Technopole.

 

Nell’area occupata dall’esposizione internazionale doveva sorgere un articolato complesso di strutture e laboratori di ricerca che avrebbero ospitato i migliori esperti in materia di salute.

 

Dell’uomo, della biodiversità e delle piante. Tre ambiti racchiusi nella sigla One Health Centre. Sette i filoni di ricerca. Due dei quali da affidare alla Fondazione Mach.

 

A tutt’oggi si sa che nell’area saranno trasferite le strutture e il personale di alcune facoltà scientifiche dell’Università di Milano.

 

Il nuovo direttore designato di nazionalità scozzese scelto dopo la dismissione del primo prescelto, doveva essere convocato dal ministro dell’agricoltura Maurizio Martina che però si è dimesso per i noti motivi il giorno prima dell’incontro. La prosecuzione dell’iniziativa passa quindi nelle competenze del futuro Governo

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 febbraio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 febbraio - 05:01

L'assessore all'Istruzione delinea le coordinate della riforma: ''Punteremo sull'apprendimento linguistico in tenera età e sulla valorizzazione delle competenze dei professori''

22 febbraio - 19:39

Nuova riunione del Comitato per l'ordine pubblico e la sicurezza. Presenti i sindaci di Castelfondo e Vallarsa e l'esperto dell'Ispra Genovesi. Vagliate diverse soluzioni: "Nessun abbattimento''

22 febbraio - 18:19

Il presidente del Consiglio provinciale allo stesso tavolo con Fugatti durante l'incontro a Vigolo Vattaro. Ghezzi: "Intaccata la sua credibilità istituzionale". Rossi: "Dorigatti non lo avrebbe mai fatto". Marini: "Questa volta ha esagerato"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato