Contenuto sponsorizzato

Fondazione Mach, sfuma il progetto Human Technopole

Nell’area occupata da Expo Milano doveva sorgere un articolato complesso di strutture e laboratori di ricerca che avrebbero ospitato i migliori esperti in materia di salute dell'uomo, della biodiversità e delle piante. Tre ambiti racchiusi nella sigla One Health Centre
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 19 aprile 2018

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Tra le ricadute positive dell’Expo di Milano 2015 merita evidenza la nascita di un progetto scientifico intitolato Human Technopole.

 

Nell’area occupata dall’esposizione internazionale doveva sorgere un articolato complesso di strutture e laboratori di ricerca che avrebbero ospitato i migliori esperti in materia di salute.

 

Dell’uomo, della biodiversità e delle piante. Tre ambiti racchiusi nella sigla One Health Centre. Sette i filoni di ricerca. Due dei quali da affidare alla Fondazione Mach.

 

A tutt’oggi si sa che nell’area saranno trasferite le strutture e il personale di alcune facoltà scientifiche dell’Università di Milano.

 

Il nuovo direttore designato di nazionalità scozzese scelto dopo la dismissione del primo prescelto, doveva essere convocato dal ministro dell’agricoltura Maurizio Martina che però si è dimesso per i noti motivi il giorno prima dell’incontro. La prosecuzione dell’iniziativa passa quindi nelle competenze del futuro Governo

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.03 del 10 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

10 dicembre - 17:45

Le fermentazioni regolari, hanno dato origine a vini puliti, con intensi profumi fruttati, strutturati, con ottime acidità fisse e bassi tenori di acidità volatile. Si evidenziano punte di eccellenza nei vini rossi medio-tardivi (Teroldego). La cimice asiatica ha colonizzato tutti gli areali della provincia ma sulle viti non si segnalano particolari danni (usate per l'ovodeposizione)

10 dicembre - 20:01

Sui segretari comunali è scontro Lega-Pd: se da un lato Fugatti parla di una norma “che permetterà alle amministrazioni locali di lavorare”, i Dem accusano: “Ancora una volta si dimostra il più totale disprezzo verso le Istituzioni trentine”

10 dicembre - 16:44

Ponti, viadotti e cavalcavia in Trentino sono costantemente monitorati. La PAT si è dotata già dal 2002 di un sistema informatizzato denominato BMS "Bridge Management System"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato