Contenuto sponsorizzato

Il programma internazionale della Fondazione Mach per i monitorare il cambiamento climatico prosegue al lago di Tovel, nonostante la strada interrotta

Gli idrobiologi della Fondazione Mach coordinati da Giovanna Flaim che si occupa da anni del lago di Tovel sono stati autorizzati a continuare i controlli mensili. Le alghe continuano a vivere nonostante la copertura di ghiaccio e di neve perché sono abituate alla carenza di luce
Dal blog di Sergio Ferrari - 14 febbraio 2019 - 22:05

Gli idrobiologi della Fondazione Mach coordinati da Giovanna Flaim che si occupa da anni del lago di Tovel sono stati autorizzati a continuare i controlli mensili di carattere fisico e biologico nonostante l’interruzione della strada di accesso.

 

Il monitoraggio rientra in un programma internazionale che ha lo scopo di misurare nel lungo periodo l’influenza dei cambiamenti climatici sull’ecologia del lago e sullo stato delle componenti vitali che esso ospita.

 

Il lago di Tovel si trova a circa 1.000 metri di altitudine,  ma la vicinanza con le Dolomiti di Brenta lo mantiene costantemente freddo.

 

A differenza di quanto succede in altri laghi che si trovano alla stessa altitudine come quello di Baselga di Pinè.

 

Le alghe continuano a vivere nonostante la copertura di ghiaccio e di neve perché sono abituate alla carenza di luce. 

Potrebbe interessarti anche
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 marzo 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 marzo - 13:21

Dopo i manifesti per i ''100 anni di Giovinezza'' apparsi ieri oggi è stato attaccato questo striscione sul Lung'Adige. Rigurgiti di fascismo in un clima sempre più avvelenato con anche i trentini (un tempo coesi e forti della propria autonomia) ormai divisi tra un ''noi'' e un ''loro'' sempre più distanti

23 marzo - 17:10

Il motore di ricerca Lyst ha stilato una classifica delle firme più cercate tra i vari siti di alta moda e quelli di e-commerce. Alla fine gli uomini spendono in media più delle donne ma entrambi cercano prima di tutto le sneaker

23 marzo - 13:44

 Dopo la marcia del 15 marzo ieri moltissimi giovani hanno deciso i ripulire le sponde dell'Adige. Sofia Giunta: "Abbiamo lavorato sodo due ore, vogliamo proseguire un percorso concreto, vogliamo sensibilizzare i nostri coetanei e tutta la cittadinanza"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato