Contenuto sponsorizzato

La ciliegia ferrovia è nata in Trentino

Pochi o nessuno probabilmente sanno che la varietà Ferrovia a metà degli anni ’80 del secolo scorso è stata coltivata, studiata e consigliata anche ai cerasicoltori trentini
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 14 giugno 2018

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Anche i consumatori di ciliegie conoscono la varietà denominata Ferrovia che dalla Puglia arriva anche nei supermercati trentini. In anticipo rispetto alle varietà Kordia e Regina che maturano fra fine giugno e agosto.

 

Pochi o nessuno probabilmente sanno che la varietà Ferrovia a metà degli anni ’80 del secolo scorso è stata coltivata, studiata e consigliata anche ai cerasicoltori trentini.

 

L’Istituto sperimentale di frutticoltura di Vigalzano e la Stazione sperimentale agraria e forestale di S. Michele, dice Giorgio Tomasi che ha lavorato presso entrambi gli enti dal 1972 al 1996, erano costantemente meta di cerasicoltori pugliesi che salivano in Trentino per imparare forme di allevamento e modalità di potatura della Ferrovia. 

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 settembre - 17:37

La campagna elettorale si fa (anche) a suon di carta (volantini, biglietti da visita, brochure) che, spesso, copre le nostre città. Una lista civica di Brentonico ha, quindi, cercato di trovare una soluzione ecologica e sostenibile: "Abbiamo utilizzato una carta biodegradabile con all'interno dei semi. Il bigliettino da visita può così essere 'piantato' per far germogliare dei fiori amici degli insetti impollinatori"

21 settembre - 10:26

Prevista per venerdì 25 settembre la cerimonia che suggella la collaborazione tra Eurac Research e Unu, l'Università delle Nazioni Unite. L'ente di ricerca ospiterà nella sede di Bolzano il programma congiunto per le aree di montagna Glomos, il Global Mountain Safeguard Research

23 settembre - 17:49

Sono stati analizzati 2.227 tamponi, 22 i test risultati positivi, nessun minorenne. Il rapporto contagi/tamponi si attesta a 0,99%. Sono 6 le persone che presentano sintomi

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato