Contenuto sponsorizzato

Marrone o castagna? Ecco i trucchi per capirlo

Nel caso dei primi i ricci contengono uno o due frutti mentre le castagne (oggi più rare dei marroni) sono più piccole e hanno una cicatrice ilare rotondeggiante
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 09 ottobre 2016

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

La resa a ettaro dei castagneti trentini è molto variabile e legata alla densità dell’impianto che è mediamente di 60 piante (maronari) a ettaro. Si raccolgono 12-14 kg. di marroni per pianta, pari a circa 8 q.li di frutti a ettaro. La produzione nei castagneti piantati ex novo, con una densità di 100-150 piante a ettaro, può arrivare a 20 q.li di marroni. I marroni si distinguono dalle castagne per una serie di caratteri.

 

Meno di 90 frutti per 1 kg. Uno o due frutti per riccio. Colore della buccia chiaro con striature scure in senso longitudinale ben marcate. Buccia sottile con la pellicola che non penetra in profondità nella polpa e che si stacca con facilità. Pelatura generalmente facile. Cicatrice ilare, corrispondente alla base del frutto, tendenzialmente rettangolare.

 

Le castagne, ormai rare in Trentino, sono più piccole dei marroni. Buccia bruno scuro uniforme, pellicola interna che entra nella polpa. Cicatrice ilare rotondeggiante.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 ottobre - 13:31

In questi giorni emergono tante segnalazioni di persone in difficoltà nel rapporto con le autorità sanitarie. Anche l'Ordine dei medici si è speso per potenziare e ottimizzare il contact tracing: un sistema forte di tamponi/tracciamento/isolamento per fronteggiare la diffusione dell'epidemia. Zeni: "C'è anche un coinvolgimento scarso delle professioni sanitari. Alla Centrale Covid sono preparati, ma troppo pochi per gestire l'iter"

26 ottobre - 12:23

Le nuove regole contenute nell'ultimo Dpcm firmato dal presidente Conte prevedono la chiusura dei bar e ristoranti alle 18. Accanto alla indignazione di molti c'è anche chi, come Stefano Bertoni, decide di "trasformare i limiti in opportunità''

26 ottobre - 11:23

Ci sono 127 pazienti ricoverati nei normali reparti ospedalieri e 27 quelli nelle strutture private convenzionate, mentre sono sempre 12 le persone che ricorrono alla terapia intensiva. Sono 35 i cittadini in isolamento nella struttura di Colle Isarco

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato