Contenuto sponsorizzato

Oltre 6 mila viticoltori impegnati nella produzione integrata

Nel complesso l’annata si può definire di media difficoltà. I tecnici delle cantine sociali e quelli della Fondazione Mach che seguono i privati hanno seguito con impegno il non facile lavoro dei viticoltori
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 13 settembre 2019

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Si conclude con la vendemmia 2019 il quarto anno di adesione al protocollo di produzione viticola integrata volontaria proposto dal ministero per le politiche agricole da parte di oltre 6 mila viticoltori trentini.

 

Per la maggior parte soci di cantine ai quali vanno aggiunte alcune aziende viticole private. Il Consorzio vini del Trentino, promotore dell’iniziativa, quest’anno non l’ha pubblicizzata come quattro anni fa.

 

Il direttore Molon vuole attendere la conclusione dei controlli e il via libera del Ministero all’utilizzo del marchio Sqnpi sull’uva e sui vini.

 

Da Mauro Varner, agronomo del gruppo Mezzacorona e coordinatore del comitato che gestisce il progetto, si apprende che la stagione ha riservato non poche difficoltà nella difesa fitosanitaria dei vigneti.

 

Contro la peronospora da aprile a maggio e nei confronti dell’iodio dal 20 giugno in poi.

 

Nel complesso l’annata si può definire di media difficoltà. I tecnici delle cantine sociali e quelli della Fondazione Mach che seguono i privati hanno seguito con impegno il non facile lavoro dei viticoltori.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 maggio - 11:06

Il Trentino non è ancora uscito dall’emergenza sanitaria, il matematico del Cnr Sebastiani: “Lombardia, Liguria, Piemonte e la provincia di Trento, tornano a preoccupare, qui i valori dell'incidenza vanno da 1,6 a 3,4 nuovi casi al giorno per 100.000 abitanti, situazioni che andranno monitorate con attenzione”

28 maggio - 13:20

Descritto dalla Provincia di Bolzano come uno degli ''artisti più eclettici della sua generazione'' Patrick Trentini ha prima scritto una lettera a Mirko Bisesti e poi fatto un video tutto da vedere dove mostra l'incredibile gaffe compiuta dall'assessore alla cultura e all'istruzione raccontandola alla sua maniera (per una sensazione finale che si avvicina al tragicomico)

28 maggio - 12:55

Le investigazioni sono state condotte con i metodi classici,  attraverso una serie di delicati servizi di osservazione e pedinamento poiché il ragazzo, per non essere individuato, era solito cambiare continuamente le aree di incontro: evitava di ripetere luoghi e orari degli appuntamenti per cercare di passare inosservato

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato