Contenuto sponsorizzato

Oltre 6 mila viticoltori impegnati nella produzione integrata

Nel complesso l’annata si può definire di media difficoltà. I tecnici delle cantine sociali e quelli della Fondazione Mach che seguono i privati hanno seguito con impegno il non facile lavoro dei viticoltori
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 13 settembre 2019

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele. Ha vinto la Penna d'Oro nel 1988

Si conclude con la vendemmia 2019 il quarto anno di adesione al protocollo di produzione viticola integrata volontaria proposto dal ministero per le politiche agricole da parte di oltre 6 mila viticoltori trentini.

 

Per la maggior parte soci di cantine ai quali vanno aggiunte alcune aziende viticole private. Il Consorzio vini del Trentino, promotore dell’iniziativa, quest’anno non l’ha pubblicizzata come quattro anni fa.

 

Il direttore Molon vuole attendere la conclusione dei controlli e il via libera del Ministero all’utilizzo del marchio Sqnpi sull’uva e sui vini.

 

Da Mauro Varner, agronomo del gruppo Mezzacorona e coordinatore del comitato che gestisce il progetto, si apprende che la stagione ha riservato non poche difficoltà nella difesa fitosanitaria dei vigneti.

 

Contro la peronospora da aprile a maggio e nei confronti dell’iodio dal 20 giugno in poi.

 

Nel complesso l’annata si può definire di media difficoltà. I tecnici delle cantine sociali e quelli della Fondazione Mach che seguono i privati hanno seguito con impegno il non facile lavoro dei viticoltori.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 14 ottobre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 ottobre - 19:05

La procura ha avviato un'indagine per contestare la carenza di documentazione contabile e la destinazione delle spese. In pratica non verrebbero distinte le risorse utilizzate per attività istituzionali e che sono ammesse da quelle commerciali per le quali la legge non permette di utilizzare fondi di derivazione pubblica

15 ottobre - 14:06

Gli sportivi turchi che sostengono l’invasione e il governo di Ankara festeggiano i propri risultati con il saluto militare ma, nonostante le minacce, si levano anche alcune voci critiche.  Nel frattempo la squadra tedesca del St. Pauli licenzia un giocatore che aveva espresso il suo sostegno a Erdoğan "valori in contrasto con quelli del club"

15 ottobre - 17:23

L'indagine è partita dopo i ripetuti episodi di avvelenamento di animali domestici e selvatici, registrati negli ultimi mesi in Vallagarina. L’operazione, che ha consentito anche una bonifica del territorio e la ricerca di esche mediante il ricorso a cani specificamente addestrati

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato