Contenuto sponsorizzato

Scalarità della produzione e struttura che faciliti la raccolta dei robot di fragole e mirtilli

“Miglioramento genetico per ottimizzare uomini e robot” è il titolo di un’intervista rilasciata da Luciano Mattivi. Altri aspetti sono quelli legati a conservabilità, gusto, salubrità e caratteristiche merceologiche dei frutti: "Perché non si mettono insieme i diversi operatori per perseguire obiettivi che interessano l’intero comparto delle fragole e dei piccoli frutti di montagna?"
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 11 May 2020

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Miglioramento genetico per ottimizzare uomini e robot” è il titolo di un’intervista rilasciata da Luciano Mattivi al quotidiano on-line Italian Berry.

 

Parlando nella duplice veste di coltivatore professionale di fragole e piccoli frutti e di presidente della cooperativa trentino-veronese Aurora Fruit, l’intervistato parte dalla previsione che entro tempi brevi verrà a mancare la manodopera da impiegare nella raccolta e si dovrà fare ricorso a macchine raccoglitrici.

 

E’ quindi necessario creare varietà che rispondano a due requisiti: scalarità della produzione e struttura che faciliti la raccolta. Senza dimenticare o mettere in subordine conservabilità, gusto, salubrità e caratteristiche merceologiche dei frutti.

 

In Trentino a occuparsi di genetica finalizzata al miglioramento varietale sono alcuni produttori singoli, la Cooperativa Sant’Orsola e la Fondazione Mach.

 

La situazione descritta da Mattivi suggerisce una domanda: perché non si mettono insieme i diversi operatori per perseguire obiettivi che interessano l’intero comparto delle fragole e dei piccoli frutti di montagna?

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 January - 17:45

Sale il numero dei pazienti in ospedale, stabile quello delle terapie intensive. Altri 2 decessi. Sono state registrate 7 dimissioni e 39 guarigioni nelle ultime 24 ore

24 January - 17:44

Una tragica dimenticanza, un vuoto comunicativo che aggiorna ulteriormente il difficile bilancio dell'emergenza coronavirus in Trentino. Oggi il report riporta di altri 2 decessi, ma il totale sale a 726 vittime nella seconda ondata di Covid-19 e si porta a 1.196 morti da inizio epidemia a seguito di una verifica interna

24 January - 16:51

Continua il balletto dell'amministrazione leghista sui proprietari di seconde case. A marzo prima si invitavano tutti a venire a sciare e poi con l'esplosione dell'epidemia li si minacciava di non curarli se non tornavano a casa loro. A dicembre Failoni e Fugatti garantivano la riapertura degli impianti (stanziando anche 5 milioni per l'innevamento che chissà dove sono finiti) e tornavano a invitarli mentre il 22 gennaio la nuova ''chiusura''. Le lettere di Arturo e Gianna: ''La differenza tra turista e proprietario di seconda casa? Se è così ottuso da non capirla, gliela spiego io''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato