Contenuto sponsorizzato

Sono 22 le aziende trentine che coltivano la canapa

PILLOLE VERDI. Il contenuto di Thc della piante coltivate in queste strutture è inferiore allo 0,2%. Con la canapa si fa di tutto dall'olio, alla farina, dai cosmetici ai mattoni
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 08 settembre 2016

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

E’ salito da 4 a 22 nell’arco di pochi anni il numero di aziende agricole trentine marginali o di montagna che coltivano legalmente canapa da seme di varietà autorizzate perché hanno un contenuto di Thc, tetra idrossi cannabinolo inferiore allo 0,2%. Se fossero piante da droga, dice l’esperto della Fondazione Mach Flavio Kaisermann, qualche furto di piante si sarebbe verificato. Cosa mai successa.

 

La raccolta delle piante a taglia bassa, circa 1,5 metri, è possibile con l’impiego di una minifalciatrice da vigneto. Dal seme si ricava olio alimentare pregiato (30 euro litro). La sansa essiccata si usa come farina senza glutine (7-8 euro a kg.). Tra i derivati nobili si annoverano cosmetici ed essenze officinali. Dalla varietà che cresce fino a 3 metri ed oltre si ricava la fibra (15 euro a q.le) che viene utilizzata per produrre mattoni isolanti utilizzati in bioedilizia. 

Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 luglio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
25 luglio - 20:11
Trovati 27 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 15 guarigioni. Ci sono 5 pazienti in ospedale, nessuno in terapia [...]
Cronaca
25 luglio - 19:34
La tragedia in val di Sole. Purtroppo un giovane è morto per un malore, nonostante le tempestive manovre dell'istruttore e l'uso del [...]
Cronaca
25 luglio - 18:37
Il sindaco di Pinzolo, Michele Cereghini: "Per fortuna non ci sono feriti. Adesso procediamo con la somma urgenza per la messa in sicurezza e per [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato