Contenuto sponsorizzato

Un fungo causa il marciume delle castagne ed è stato favorito dalle alte temperature

Questo fatto complica la situazione e rende necessario il proseguimento della ricerca in laboratorio e in pieno campo. Rimane da approfondire anche il rapporto che si instaura tra il fungo e la pianta.
Dal blog di Sergio Ferrari - 18 novembre 2018 - 20:18

Il marciume delle castagne causato da un fungo denominato Gnomoniopsis castanea è stato studiato per la prima volta in Trentino da Giorgio Maresi, ricercatore della Fondazione Mach che si occupa di malattie del castagno. Questa avversità, dice l’esperto, sta arrecando danni gravi in tutte le zone castanicole d’Italia.

 

Quest’anno il fungo è stato favorito dalla temperatura elevata che ha accompagnato il periodo di raccolta raggiungendo i 25 gradi. L’infezione ha interessato i frutti anche dopo la raccolta. Questo fatto complica la situazione e rende necessario il proseguimento della ricerca in laboratorio e in pieno campo. Rimane da approfondire anche il rapporto che si instaura tra il fungo e la pianta.

 

 

Il micelio si insinua tra le crepe della corteccia ed è presente durante l’intero anno.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 febbraio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 febbraio - 05:01

L'assessore all'Istruzione delinea le coordinate della riforma: ''Punteremo sull'apprendimento linguistico in tenera età e sulla valorizzazione delle competenze dei professori''

22 febbraio - 19:39

Nuova riunione del Comitato per l'ordine pubblico e la sicurezza. Presenti i sindaci di Castelfondo e Vallarsa e l'esperto dell'Ispra Genovesi. Vagliate diverse soluzioni: "Nessun abbattimento''

22 febbraio - 18:19

Il presidente del Consiglio provinciale allo stesso tavolo con Fugatti durante l'incontro a Vigolo Vattaro. Ghezzi: "Intaccata la sua credibilità istituzionale". Rossi: "Dorigatti non lo avrebbe mai fatto". Marini: "Questa volta ha esagerato"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato