Contenuto sponsorizzato

Anarchici in corteo a Trento, slogan contro il Governo e scritte sui palazzi

Centro città blindato ieri sera per un corteo a cui hanno preso parte circa una ventina di persone. Imbrattato anche il palazzo della Provincia 

Foto: ildolomiti.it
Pubblicato il - 13 dicembre 2017 - 09:26

TRENTO. Scritte sui palazzi, slogan contro il governo Gentiloni, i respingimenti nel Mediterraneo e contro i Daspo urbani. Sono stati una ventina gli anarchici che ieri sera hanno attraversato alcune vie del centro storico di Trento in corteo in quella che è stata chiamata “La giornata di iniziative contro le stragi in Libia”.

 

L'avvio della manifestazione è avvenuta nel tardo pomeriggio in un centro città blindato dalle forze dell'ordine presenti anche in tenuta antisommossa.

 

Numerosi slogan, scanditi con il megafono per le vie di Trento, sono stati contro gli accordi “fra il governo Gentiloni – Minniti e i signori della guerra in Libia”, contro “la responsabilità italiana nella gestione dei campi di concentramento libici dove sono rinchiuse 600 mila persone e dove ogni giorno si compiono torture”, contro “i centri per il rimpatrio e li militarizzazioni delle città”. Non sono mancati poi i riferimenti al Trentino e alla situazione dei lavoratori Sait.

 

Purtroppo, però, anche questa volta oltre agli slogan non sono mancate le scritte lasciate dal corteo nei palazzi della città. Tra questi anche sul palazzo della Provincia in piazza Dante con la scritta: “Attacchiamo i responsabili del massacro in Libia”. Un'altra scritta è stata lasciata in via Cavour, poco prima di arrivare in piazza Duomo: “Da piazza Fontana alla Libia: Stato assassino”.

La presenza nutrita delle forze dell'ordine ha permesso che la manifestazione si svolgesse senza particolari problemi e senza alcuno scontro.  

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 ottobre - 20:30

Se le incertezze sono tante, tantissime, e il momento è delicato per l'emergenza Covid-19, le parole del presidente Maurizio Fugatti non aiutano a chiarire nulla o quasi. Non si capisce il senso di una conferenza stampa convocata in questo modo e di questo tenore per spiegare quanto succede in Trentino alla luce dell'ultimo Dpcm del premier Giuseppe Conte

25 ottobre - 20:07

Sono state poi registrate 12 positività tra bambini e ragazzi in età scolare e sono in corso le verifiche per procedere alla quarantena di altre classi, che attualmente riguarda 122 unità

25 ottobre - 19:16

La Provincia di Bolzano ha emesso una nuova ordinanza con valenza da lunedì 26 ottobre a martedì 24 novembre: bar e ristoranti potranno continuare a lavorare con gli orari attuali ma nuove restrizioni, mentre nelle scuole la didattica a distanza sarà portata solo nelle superiori al 50%. La misura più dura riguarda però il coprifuoco dalle 23 alle 5. In questo arco di tempo non ci si potrà muovere dal proprio domicilio se non muniti di autocertificazione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato