Contenuto sponsorizzato

Coltivava in collina cannabis 'geneticamente modificata'. L'uomo ai carabinieri: ''Fornisce un gusto diverso, ma migliore, di quella in pianura''. Denunciato

L'uomo, incensurato, di Arco è stato deferito in stato libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Rovereto

Pubblicato il - 28 ottobre 2017 - 09:42

ARCO. Coltivava cannabis modifica geneticamente con un principio attivo maggiore. A finire nei guai è stato un insospettabile arcense di mezza età.

 

In carabinieri di Arco, durante alcuni controlli in collaborazione con il Nucleo Cinofili dei Carabinieri di Laives con i cani Niko e Zeus, splendidi esemplari di pastori tedeschi, hanno effettuato 2 perquisizioni domiciliari nei confronti dell'uomo. In un primo caso hanno rinvenuto alcuni grammi di Marijuana nell’abitazione del centro cittadino mentre, nel secondo caso, nelle pertinenze della casa di montagna a San Giovanni al Monte i militari arcensi hanno trovato 4 piante di cannabis, in pieno stato vegetativo quasi a completa maturazione.

 

Da un primo esame gli inquirenti ritengono sia del tipo geneticamente modificata per la ridotta altezza e la copiosa infiorescenza particolarmente resinosa che ne aumenta esponenzialmente il principio attivo. Le piante sono state inviate in Laboratorio per le analisi.

 

L’uomo, incensurato, ha ammesso le proprie responsabilità raccontando ai militari del vizietto saltuario e della coltivazione in collina che fornisce un gusto diverso, ma migliore, di quella indoor e coltivata in pianura.

 

Al termine delle operazioni di sequestro l’uomo è stato deferito in stato libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Rovereto per coltivazione di sostanze stupefacenti in violazione dell’articolo 73 comma 1 e 5 del DPR 309/1990.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 ottobre - 05:01

L'esperienza di Andrea, un 32enne che 11 giorni fa ha presentato i primi sintomi da coronavirus con febbre e stanchezza diffusa. "Mi sono sentito abbandonato dall'Apss, che non mi ha fornito alcuna indicazione su come comportarmi. Quando ho detto loro che ho l'App Immuni per avere quadro più preciso delle persone con cui avevo avuto contatti, la risposta è stata di totale indifferenza"

21 ottobre - 09:02

Il piccolo sarebbe stato contagiato dalla cuginetta in una festa in famiglia. Dopo due giorni di ricovero è tornato a casa, il direttore dell'Azienda sanitaria: ''E' andato tutto bene''

20 ottobre - 16:57

Gli obiettivi sono contenuti nello schema di accordo con il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti che ha ricevuto oggi (20 ottobre) il via libera proprio da parte della Giunta provinciale. Ecco quali sono gli interventi che saranno finanziati dai fondi statali. A questi si deve aggiungere, a livello ferroviario, la variante della Val di Riga (150 milioni di euro) a carico di Rfi

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato