Contenuto sponsorizzato

La neve non si vede, ma intanto fioccano gli incidenti sulle piste

Oltre cinquanta interventi del 118 in questi primi due giorni di apertura ufficiale degli impianti. Il più grave a Madonna di Campiglio. Extra lavoro all'ospedale di Cavalese

Di Luca Andreazza - 09 dicembre 2017 - 18:02

TRENTO. Non ci sono solo i Mercatini di Natale in Provincia per il lungo week-end dell'Immacolata. Anche le piste da sci sono state, infatti, prese d'assalto in questi giorni di avvio ufficiale della stagione. E in attesa della neve prevista per il fine settimana, fioccano gli incidenti sulle piste.

 

Tantissimi gli infortuni tra sciatori e snowboarder impegnati sulle piste delle località trentine. Il più grave è quello di ieri a Madonna di Campiglio, quando un 36enne è rimasto vittima di una brutta caduta. L'uomo è stato prima elitrasportato a Tione e quindi al Santa Chiara di Trento, dove precauzionalmente è stato predisposto il personale di terapia intensiva.

 

Anche nella giornata di oggi non sono mancati gli incidenti. E' l'ospedale di Cavalese il più attivo della provincia in questi giorni di festa, seguito a ruota dal Cto di Campiglio e più staccato l'ospedale di Cles.

 

Sono stati nove i ricoveri a Cavalese di ieri e nove quelli di oggi tutti legati agli incidenti sulle piste. In totale, in tutto il Trentino, sono stati oltre cinquanta gli interventi sanitari sulle piste da sci tra ieri e oggi un po' in tutte le località sciistiche.

 

Fortunatamente gli sciatori se la caveranno con qualche giorno di riposo, un po' di spavento e paura e diverse botte, ma nessuna grave conseguenza.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

08 marzo - 05:01

Una ricerca che ha messo insieme tanti pezzi di un mosaico per ricostruire la storia “perduta” di Anna Vivaldelli, uccisa a Dro l’8 marzo 1925. A quasi un secolo di distanza, in occasione della Giornata internazionale dei diritti della donna, ricostruiamo questa vicenda grazie ai documenti, le lettere e le testimonianze dell’epoca

08 marzo - 08:28

A parlare di accelerazione della pandemia è stato anche il ministero della Salute, Roberto Speranza: "La variante inglese si diffonde con il 35/40% in più rispetto a quella tradizionale e i nostri casi in aumento sono dovuti proprio a questa variante"

07 marzo - 21:19

Siamo nella provincia di Ravenna e una donna, un'insegnante, si mette alla guida della propria auto per andare a cena con gli amici. Nel tragitto viene coinvolta in un incidente: tampona una vettura. Il tentativo di constatazione amichevole si prolunga e vengono chiamati a intervenire gli agenti della polizia municipale e i vigili del fuoco. La vicenda seguita dallo studio legale Maria Rosa Visintin di Trento

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato