Contenuto sponsorizzato

La Protezione civile trentina in soccorso alle popolazioni alluvionate dell'Emilia Romagna

La Provincia ha risposto alla chiamata del Dipartimento nazionale e ha inviato nel comune di Bresciello un mezzo anfibio e quattro operatori. Le prime notizie parlano di circa 400 persone da soccorrere ​

Pubblicato il - 12 December 2017 - 16:05

TRENTO. La Protezione civile trentina non si ferma mai, e men che mai quando c'è bisogno di portare aiuto. Questa volta la missione è il soccorso alle persone che stanno subendo l’esondazione del fiume Enza a sud ovest del comune di Brescello, in provincia di Reggio Emilia.

 

La Protezione civile del Trentino ha risposto alla richiesta di supporto del Dipartimento nazionale e, su indicazione del presidente Ugo Rossi e dell’assessore Tiziano Mellarini, ha inviato in Emilia Romagna un mezzo anfibio e quattro persone di equipaggio.

 

La missione durerà qualche giorno, fino a che l’emergenza non sarà terminata. Nel frattempo sul posto sta operando il personale del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco con l’ausilio di elicotteri.

 

Le prime notizie parlano di circa 400 persone da soccorrere e portare in salvo presso il centro di raccolta che si trova a Brescello. Si tratta in molti casi di famiglie che abitano nelle tante case isolate che caratterizzano quel tratto della pianura padana e che sono state sorprese dall’innalzamento delle acque.

 

Le immagini che si stanno diffondendo sui media sono molto eloquenti sulla portata dell’evento. Il contingente trentino, in viaggio verso Brescello, è composto da un coordinatore e tre operatori, dotati di un semirimorchio con mezzo anfibio Hägglunds per trasporto persone (16 unità) e una vettura di supporto. La richiesta di intervento è arrivata alla sala operativa di Trento in tarda mattinata.

 

Dopo una verifica delle disponibilità con i contingenti di Protezione civile delle regioni, di cui il Trentino ha il coordinamento, è stato deciso l’intervento diretto del personale e dei mezzi trentini.

 

L’intervento è coordinato dal Servizio Prevenzione rischi della Provincia autonoma di Trento, che segue costantemente l’evolversi della situazione. Il maltempo di queste ore ha messo in difficoltà la popolazione di diversi centri. Le notizie che si stanno diffondendo descrivono Brescello come particolarmente colpito

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 4 luglio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
04 luglio - 19:47
Il presidente della Società meteorologica italiana a il Dolomiti: “Ci sarei potuto essere anche io lassù. Quel ghiacciaio, visto da fuori, non [...]
Cronaca
04 luglio - 20:40
Dal 2012 al 2020 è stato a capo del soccorso alpino di Recoaro - Valdagno, Paolo Dani era un'espertissima guida alpina. L'addio dei colleghi: [...]
Cronaca
04 luglio - 17:50
Era una delle persone che si temeva potesse essere sotto la valanga causata dal seracco che è crollato ieri sulla Marmolada ma è stato [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato