Contenuto sponsorizzato

Otto profughi trovati a Trento tra i vagoni di un treno merci. Erano diretti oltre il confine

E' intervenuta la questura che procederà alla loro identificazione. Dopo i severi controlli in Alto Adige è possibile che il traffico si sia spostato verso sud, presso gli scali merci trentini

Di Donatello Baldo - 28 novembre 2017 - 10:38

TRENTO. Erano in otto, nascosti tra i vagoni del treno merci diretti a nord. Il macchinista li ha individuati questa mattina presto, nel momento in cui stava effettuando i controlli sul carico, prima della partenza dalla zona dell'interporto.

 

Otto passeggeri abusivi che avrebbero voluto continuare il loro viaggio oltre il Brennero, nascosti tra i cassoni dei camion. La polizia è intervenuta, ha portato tutti in questura e ora procederà all'identificazione. 

 

Sarà verificato il titolo di soggiorno di ognuno, se richiedente asilo, se in possesso di un permesso, se in diritto di avanzare la richiesta di protezione umanitaria. Se clandestino, profugo a cui è stato negato lo status di rifugiato.

 

Una procedura ormai rodata, perché situazioni di questo tipo si verificano in continuazione sull'asse del Brennero, anche se fino a pochi giorni fa erano gli scali altoatesini quelli maggiormente utilizzati dai profughi che volevano passare il confine.

 

Ma nei giorni scorsi un'importante operazione ha scoperto questo traffico di esseri umani, arrestando chi su questo traffico ci guadagnava e interrompendo questo flusso che rischiava di mettere a rischio la vita stessa dei profughi.

 

Bruciato lo scalo altoatesino, è possibile che ora gli imbarchi abusivi avvengano più a sud, verso il Trentino. Non a caso la scoperta degli otto stranieri stipati tra i vagoni del treno merci di questa mattina è avvenuta a Roncafort, dove i treni si fermano per caricare i camion all'interporto. 

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 settembre - 15:43

Dopo la presa di posizione del Patt provinciale la coalizione che sostiene Malfer perde pezzi: “La storia personale e sensibilità politica di una buona parte delle persone del gruppo non acconsente al tentativo di trovare un accordo programmatico con tutto il Centrodestra”. La firmataria dell’apparentamento Bazzanella: “A volte le scelte non sono semplici”

26 settembre - 12:03

Lo schianto è stato violentissimo, è successo a Cogolo del Cengio. L'amico che si trovava in auto assieme è stato trasportato in gravissime condizioni in ospedale 

26 settembre - 12:15

Santi-Malfer c’è l’apparentamento. La furia del Pd: “Si sarebbe potuta trovare la sintesi a quanto pare però, il problema non era politico ma di poltrone. È evidente che le ambizioni personali e il rancore sono stati anteposti ai programmi politici, ma così non si fa il bene della comunità”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato