Contenuto sponsorizzato

Ruba l'auto sotto gli occhi del proprietario, 25enne fermato dopo un inseguimento

Il fatto è successo a Pergine nella notte tra giovedì e venerdì. Il proprietario ha immediatamente allertato le forze dell'ordine

Pubblicato il - 27 ottobre 2017 - 10:20

PERGINE. E' stato fermato nel giro di poche ore, l'uomo di 25 anni che nella notte tra giovedì e venerdì ha rubato un'auto. E'successo a Pergine.

 

Nel corso della notte il proprietario della vettura telefona al 112 per denunciare il furto, proprio sotto i suoi occhi, della macchina e fornisce tutti i dati quali targa, modello e colore. 

 

Sul posto intervengono immediatamente i carabinieri che si mettono alla ricerca della vettura, che riescono a rintracciare in poco tempo. A quel punto nasce un inseguimento, prima alla periferia di Pergine e poi lungo la strada statale 47 fino a quando i militari riescono a fermare il 25enne cittadino ucraino, già noto alle forze dell'ordine. 

 

L'uomo è stato portato in caserma e denunciato per furto, mentre l'auto è stata restituita al legittimo proprietario
 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 ottobre - 11:55

Il manifestarsi dei sintomi da Covid-19 nella famiglia di Nicola Canestrini ha portato l'avvocato a denunciare una situazione di disorganizzazione dell'Azienda sanitaria. Da giorni, infatti, le richieste di fare un tampone finiscono nel nulla, visto anche che a Rovereto non è possibile effettuarli a pagamento. "Disorganizzazione a marzo comprensibile, ora non più''

23 ottobre - 12:35

Sono numerosi gli utenti che stanno riscontrando problemi a navigare su internet e il blocco totale delle chiamate 

23 ottobre - 11:18

Il rapporto contagi/tamponi si attesta al 10% perché i test eseguiti sono stati oltre 2.800. Dato in linea con quello rilevato ieri nel vicino Trentino dove, però, si contano molti più morti (dalla seconda ondata sono già 18 contro i 3 di Bolzano)

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato