Contenuto sponsorizzato

A cento all'ora in centro storico, multa da 532 euro ad un motociclista

L'attività di controlli portata avanti nel fine settimana dalla Polizia locale della Valle del Chiese ha registrato una trentina di sanzioni. Tra di loro anche motociclisti che tengono la targa inclinata per non farsi rilevare ai controlli 

Foto archivio
Pubblicato il - 10 luglio 2018 - 12:03

STORO. Andava a 100 all'ora in centro a Lodrone ed ora arriverà una multa di 532 euro. E' successo ad un motociclista che proprio in centro paese, domenica scorsa, ha avuto la mano pesante incurante, fra le altre cose, della presenza degli agenti della polizia locale del Chiese.

 

La moto è sfrecciata attorno alle 9.30 e l'occhio elettronico dei vigili, presenti sul posto ma nell'altra corsia, ha ripreso la targa. “Ora a questa persona – ha spiegato il comandante Stefano Bertuzzi – spetta una multa di 532 euro”.

 

Sono una trentina le sanzioni che la polizia locale del Chiese ha comminato nel fine settimana. Non sono mancate le sanzioni sempre a motociclisti che avevano le targhe del mezzo inclinate. “E' un modo – ha spiegato il comandante – per evitare che la strumentazione usata da noi riesca a leggere la targa e quindi individuare l'identità della persona alla guida”.

 

Ad essere sanzionati non sono solo le moto ma anche gli automobilisti che non rispettano i limiti di velocità e la segnaletica stradale. “I motociclisti che passano per le nostre zone – ha spiegato Bertuzzi – sono quasi sempre persone correttissime, serie e che rispettano le norme. Poi c'è la questione dei numeri,  è evidente che anche per l'elevatissimo passaggio di centauri nel fine settimana, è più facile trovare chi non rispetta le norme o che rimane coinvolto in un incidente”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.47 del 13 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 dicembre - 05:01

La prorettrice di Unitn Barbara Poggio: “Le ricerche dimostrano che aumentare i servizi e ridurre i costi degli stessi funzionano meglio degli aiuti economici diretti”. La misura non piace nemmeno ai sindacati: “Le persone decidono di farsi una famiglia se hanno un buon lavoro non per delle vaghe promesse propagandistiche”

14 dicembre - 20:09

Per la Lega abolizione della caccia Lombardia attribuire la responsabilità (se di responsabilità si parla) dell'accaduto all'ungulato è sbagliato. Come sbagliate sono le strategie di contenimento di questi animali: ''Non a caso in oltre trent’anni di gestione del problema da parte dei cacciatori, questa specie in Italia è aumentata in maniera esponenziale''

14 dicembre - 19:05

Il 14 dicembre dello scorso anno Antonio Megalizzi 29 anni, giornalista, è stato ucciso da un proiettile esploso a Strasburgo, tre giorni prima, in un mercatino di Natale, da un terrorista. Oggi tante iniziative per ricordarlo. In radio una maratona per Antonio e l'amico Bartosz

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato