Contenuto sponsorizzato

Allarme ordigno esplosivo all'ex asilo di via Manzoni

Sul posto le forze dell'ordine. Al momento è stata interrotta la circolazione in tutta la zona che si trova attorno all'edificio

Pubblicato il - 23 gennaio 2018 - 10:07

TRENTO. Allarme questa mattina in via Manzoni all'ex asilo che si trova in fase di abbattimento. Secondo le prime informazioni le forze dell'ordine sarebbero state avvisate della presenza all'interno dell'edificio di un ordigno esplosivo.

Sul posto si sono portati i carabinieri, la polizia, la guardia di finanza e la polizia locale che sta provvedendo per sicurezza, a chiudere la zona che si trova attorno all'asilo al transito di veicoli e pedoni

Il personale che stava lavorando all'interno del vecchio asilo è stato fatto allontanare e si stanno ora svolgendo i controlli per verificare l'allarme. 

 

(QUI AGGIORNAMENTO, FOTO E VIDEO: Ordigno esplosivo all'ex asilo Manzoni, tanta tensione e artificieri sul posto, ma è falso allarme)

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

31 ottobre - 04:01

Una ricerca dell'Ispi, l'Istituto per gli studi di politica internazionale prova a valutare dati alla mano l'ipotesi dell'isolamento per fasce d'età. Secondo una proiezione, imponendo un lockdown ai soli over 80 la mortalità da Covid verrebbe dimezzata, mentre l'isolamento per gli over 60 diminuirebbe di 10 volte la letalità del virus. Le criticità però non mancano

30 ottobre - 20:13

Ci sono 127 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 9 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 12 in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 222 positivi a fronte dell'analisi di 2.861 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,6%

30 ottobre - 18:15

La misura introdotta per evitare assembramenti: l’1 e il 2 novembre i cimiteri di tutto il Trentino rimarranno chiusi. Fugatti: “L’azienda sanitaria ci segnala un rischio aumento dei contagi sugli anziani, una settimana dopo le feste di Ognissanti”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato